Gelosia per l'arrivo di un fratellino

11 settembre 2014

Credo che la gelosia per l'arrivo di un fratellino sia un passaggio inevitabile, tipo le malattie esantematiche che prima le fai e meglio è.
E in questo momento, noi, siamo nella fase acuta. 
Acutissima.
Adesso ho ordinato il libro "Che rabbia" dicono sia molto utile nella gestione e comprensione della rabbia, vi farò sapere. 

Thiago all'inizio è stato molto contento dell'arrivo del fratellino: le prime settimane sembravano un sogno, un idillio e poi... E poi è impazzito.

Un week end in Carinzia: Back to School con Geox #geox4kids

07 settembre 2014

Lo scorso fine settimana siamo stati in montagna, esattamente in Carinzia, ospiti di Geox per la presentazione della nuova collezione bimbo autunno-inverno Back to School.
foto credits: Mamme a Spillo - instagram
Per l'occasione era venuto anche Martin, che non vedevamo da più di un mese.
Thiago era così contento di rivedere il papà che per tutto il viaggio (cinque ore di auto) non ha mai smesso di parlare. Io sono arrivata a destinazione con un po' di mal di testa.

Mamme felici

04 settembre 2014

Tutti mi chiedono come va con il secondo figlio. 
Secondo me va bene. 
Leon sta bene e io, finché non muoio di stanchezza, pure.

Con Thiago la mancanza di sonno mi pesava e preoccupava: gli altri neonati dormivano tutta la notte e il mio no, perché? 
La verità è che ogni bambino ha i suoi tempi e prima o poi dormiranno tutti. 
Arriverà anche il giorno in cui non vorranno svegliarsi e tu mamma ti prenderai una subdola rivincita buttandoli giù dal letto ogni mattina per portarli a scuola.
 
Le coliche, i pianti, le difficoltà ad addormentarsi, le ragadi, tutte le meraviglie del post parto da cui ero già passata, si sono ripresentate.
Ma questa volta c'è Thiago davanti a me, tutti i giorni, a ricordarmi
che i momenti duri sono tappe, periodi che non ritorneranno più (e in certi casi, per fortuna), fasi che passeranno lasciando il posto a nuove fasi. 

Se prima di tempo ne avevo poco, ora ne ho ancora meno. 
E la memoria si è liquefatta. 
Non ricordo nomi, parole, credo di aver fatto una cosa invece non l'ho fatta. 
La mancanza di sonno uccide i miei neuroni.

Ovviamente, per sopravvivere, ho chiesto aiuto - per riposarmi, per lavorare, per semplificarmi la vita - e qualcuno in famiglia mi ha gentilmente criticato.
All'inizio ci sono rimasta male poi sticazzi.
Trovo stupido fare paragoni tra mamme, soprattutto di altre generazioni, con altre storie, altri passati e altri futuri. 


Alcune mamme sono obbligate a lavorare o a lasciare il lavoro, le più fortunate possono scegliere e altre ancora devono trovare un equilibrio tra i sensi di colpa e il senso del dovere.

Un mio limite è non riuscire a dire no al lavoro, anche quando il gioco non vale la candela. 
Ma alla fine, a me, fare cose rende felice.

Quello che direi ad una neo mamma è di non ascoltare nessuno. 
Non esiste un modo giusto o sbagliato per fare la mamma e alla fine i bambini crescono, nonostante tutto nonostante i genitori. 

Però esistono le mamme felici e le mamme meno felici. 
Una mamma felice è un bellissimo regalo per i propri figli, quello sì che fa la differenza. 

Ristoranti a Ibiza: Gojito, la metà del mio cuore

26 agosto 2014



A Ibiza ci sono più di mille ristoranti.
Purtroppo (o per fortuna) non li ho provati tutti, ma posso dire che nel centro di Eivissa (dove ne ho provati parecchi), uno dei migliori, dove si mangia meglio, è il nostro Gojito. 

Sarò di parte, ma Martin in un ristorante è una garanzia.
E vi racconto perché. 

Quando io e il mio consorte andavamo a cena da amici nessuno si azzardava a cucinare sapendo quanto fosse critico e pignolo sul cibo. 
Perciò facevano cucinare lui che addirittura andava a fare la spesa scegliendo con attenzione prodotti ed ingredienti. 
Cosa che continua a fare, ancor più scrupolosamente, per il Gojito
E' un po' ossessivo, ma ripeto, in un ristorante la sua presenza è davvero una garanzia.

Vestirsi in gravidanza

19 agosto 2014


Vestirsi in gravidanza. 
Le ultime settimane di gravidanza, solitamente, sono le più faticose. 
Non solo per gli acciacchi e il peso che ci si porta dietro ma anche perché diventa sempre più difficile vestirsi
Ok, esistono gli abiti pre-maman, ma la maggior parte sono brutti, costosi e finita la gravidanza vengono relegati in un cassetto a vita perché senza pancia ci si balla dentro (magari non subito, ma l'anno dopo si spera di sì).

Il mio parto - Vbac -

01 agosto 2014

Ci sono donne che hanno travagli lampo, altre che partoriscono senza nemmeno accorgersene e altre ancora che sostengono di non aver provato il minimo dolore.

Ecco io non rientro in nessuna di queste categorie.


Le prime avvisaglie che qualcosa iniziava a muoversi sono arrivate alle 17,30 del 22 luglio. 
Ero con Martin e stavamo bevendo un cappuccino al bar: contrazioni dolorose, ogni 15/20 minuti che sono andate avanti tutta la sera.
Alle 22,30 ho chiamato la mia ostetrica che dopo un'oretta è arrivata a casa a visitarmi: dilatazione a due centimetri, collo ancora “indietro”.

Leon

25 luglio 2014


Sono nato il 23 luglio alle 21.50.
Visto che avevano deciso di chiamarmi Leon non potevo nascere sotto il segno del cancro!
Mamma e papà non avevano mica capito che io volevo fare le cose per bene. 
Poi appena mamma si riprende vi racconta i dettagli, intanto io vi ringrazio per tutti gli auguri e le congratulazioni!

Disavventure e Assicurazioni di Viaggio

21 luglio 2014

Ho sempre viaggiato tanto, per lavoro, per piacere, per raggiungere i miei fidanzati che chissà perché me li sceglievo sempre lontani.

Il viaggio più intenso è stato un tour del Sud America prendendo non so quanti aerei: sono arrivata sino alla Terra del Fuoco, in Patagonia, il punto più a sud dell’Argentina, dove il sole sorge alle 4 della mattina e non tramonta prima di mezzanotte.
In quel mese nessun intoppo bagagli, mentre l’unica volta che mi hanno smarrito la valigia è stato per un banalissimo volo Bologna-Roma. 

Metodi per favorire e stimolare il travaglio

17 luglio 2014

Arriva un punto della gravidanza in cui passi dalla ricerca su Google di "sintomi di travaglio imminente" a "metodi per stimolare il travaglio".
 

Una villa di design per gli amici a Ibiza

11 luglio 2014


Nell'aperta campagna di Ibiza, lontano dal mare, ma in mezzo ad ettari di natura, si trovano ville il cui design supera l'immaginazione.

Ultimo mese di gravidanza, il più difficile, per la mia testa

10 luglio 2014

Arriva un momento della gravidanza in cui il cervello non ti segue più.
Forse mi ero sopravvalutata, forse avevo fatto male i conti delle settimane, ma adesso vorrei solo riposare, stare con mio figlio, riposare, stare con mio figlio e non pensare a niente.

 Questa settimana ho ancora gli ultimi appuntamenti di lavoro e non ho proprio la testa, faccio una gran fatica a far due più due, perdo pezzi, mi dimentico cose, parole, pensieri.

A cosa serve il marito in sala parto?

05 luglio 2014

Mi sono sempre interrogata sulla presenza o meno del compagno durante il parto.
Il mio primo parto è stato un cesareo.
Il maschio alfa non solo c'era, ma ha anche filmato il tutto, dalla prima fila: quindi adesso ho un bellissimo filmato di me, a budella aperte, mentre mio figlio esce fuori dalla mia pancia tra schizzi di sangue e altre schifezze.

Come ho già detto lui è Furio, quindi più che sostenere me, controllava l'operato di chiunque.
Ad esempio l'infermiera, dopo la terza volta che tentava di infilarmi l'ago in vena senza risultato, è stata pesantemente ripresa da Alfa Furio, che le intimava con tono deciso di cambiare ago.
Infatti l'ago era rotto.

Cinque traditori che tutti abbiamo incontrato

29 giugno 2014

Il tradimento è un fatto che avviene logisticamente all'esterno della coppia, eppure, per quanto possa sembrare assurdo, resta quasi sempre un affare della stessa.
Spesso infatti, sia il traditore che il tradito, hanno co-costruito nel tempo, dettagliatamente e più o meno inconsapevolmente, il loro tradimento.


Il disegno e la creatività dei bambini #liberidisporcarsi

27 giugno 2014

La questione dello sporcarsi della prole è spesso motivo di litigio tra me e il maschio alfa.
E’ un dibattito che ci divide ideologicamente più dei grillini e i renziani e accende peggio di un derby Genoa Sampdoria.
Il maschio alfa è infatti la reincrnazione di Furio ma nel corpo di George Clooney, io su certe questioni sono la reincarnazione di una hippy anni ’70: "vivi e lascia vivere".

Amiche allergiche e non c'è un regalo per voi. #sfideDysoniane

26 giugno 2014


Amiche mamme, amiche che state andando a convivere o state per sposarvi, amiche single, amiche allergiche e amiche imbranate nei lavori domestici come me, questo post è per voi.
E c'è un regalo.


La sottoscritta in quanto soggetto allergico è stata coinvolta nel progetto #SfideDysoniane: provare l'efficacia e la funzionalità di Dyson, aspirapolvere antiacaro, antiallergico e antibatterico.


Fortunatamente la mia allergia alla polvere, oltre ad un raffreddore cronico, non mi ha mai dato grossi disagi. 

Ma la questione acari e polvere non va nemmeno trascurata:  l'Organizzazione Mondiale della Sanità sostiene infatti che le allergie oltre ad essere pericolose per la salute siano spesso la causa principale di problemi di asma bronchiale e altre complicazioni. 

Visto che gli acari e la polvere non si possono prevenire (a meno che non vogliate diventare dei maniaci ossessivi compulsivi della casa) il modo migliore per ridurli al minimo è avere degli accorgimenti e delle tecnologie adeguate. 


E Dyson si propone questo scopo. 


Tempo fa partecipai alla presentazione tecnica di Dyson a Milano.

Un ingegnere arrivato direttamente dalla sede centrale in Inghilterra, ci spiegò dettagliatamente il funzionamento e rimasi colpita da un particolare: alla Dyson hanno un laboratorio dove allevano acari e batteri, ovviamente per aspirarli meglio e per perfezionare sempre di più il loro prodotto.

In più l'efficacia di Dyson sta nell'assenza di sacchetti o filtri: ogni volta si svuota direttamente dal serbatoio: questo è uno dei motivi per cui funziona meglio - la polvere e altre schifezze non ristagnano nell'aspirapolvere per mesi - è quindi più igienico e più economico - non bisogna ricomprare filtri e sacchetti vari.


E' anche leggero e maneggevole, ve lo assicuro dal mio nono mese di gravidanza. 


Ma veniamo alla sfida e al regalo per voi. 

La sfida era dimostrare, tramite un video, che Dyson rimuove la qualunque dalle superfici, molto più facilmente dai comuni aspirapolveri.



Io avevo deciso di provare con il fard e la cipria, poi mi era sembrata troppo facile come prova, così ho pensato di alzare il tiro ed essere più aggressiva: ho buttato per terra un po' di crusca d'avena e non contenta anche della farina.

Dyson ha vinto a mani basse.

Qual'è il regalo per voi? 


Se anche voi volete Dyson a casa vostra e non ne potete più della vecchia carampana del vostro aspirapolvere, io ho tre 3 codici sconto, per tre lettrici, per un acquisto scontato al 50%. 
Scrivetemi a zauli.elena@gmail.com, vi manderò il codice e potrete ricevere Dyson direttamente a casa vostra.

Lasciate comunque un commento qui sotto perché Dyson premierà il commento più originale con una bellissima sorpresa!

Ecco i modelli e i prezzi su cui applicare il 50%:

dyson-immagine- DC52 Allergy Musclehead Parquet (prezzo non scontato €605)
- DC52 Allergy Parquet (prezzo non scontato €585)
- DC33 Allergy Musclehead Parquet (prezzo non scontato €489)
- DC33 Allergy (prezzo non scontato €439)

Post in collaborazione con The Talking Village e Dyson

Preparare un bambino all'arrivo del fratellino - cose da dire, ma soprattutto da non dire:

22 giugno 2014

Spesso mi chiedo quale sia il modo migliore per preparare un bambino di due anni e mezzo all'arrivo di un fratellino. 
Forse non c'è e forse non sono preparata bene nemmeno io: sono figlia unica, questa gravidanza è davvero volata e ogni bambino e famiglia sono diverse, quindi impossibile trovare un metodo universale.
Insomma, un nuovo arrivo, in famiglia, è sempre un emozionante appuntamento al buio, per tutti.


Da parte di Thiago mi aspetto un po' di gelosia, qualche tragedia greca e anche un po' di aggressività, nei confronti di tutti.
Non credo che questi passaggi si possano evitare, è legittimo che lui provi gelosia ed è mio compito contenerlo, aiutarlo e sopportare.

La verità è che non ti piaci abbastanza

16 giugno 2014

Le favole per bambine, dei miei tempi, hanno fatto più danni del buco nell'ozono.

Certe fiabe hanno costruito il mito del principe azzurro, dell'uomo salvatore da ogni male, della donna incapace all'autosufficienza.

E' tutto pronto, tranne me.

09 giugno 2014

Il mio rapporto medico con questa gravidanza è prevalentemente evitante. 
Qualche giorno fa sono andata alla visita di controllo: il ginecologo mi ha fatto la ramanzina (come al solito) perché mi vede un po' troppo naif.
Alla fine è sempre tutto a posto anche se il collo dell'utero è già accorciato e la testa incanalata.

Quindi LUI sembra già prontissimo ad uscire.

40 mtq a Milano - Design

06 giugno 2014

Quando ero single, vivevo in un appartamento a Milano di circa 50 mtq: un piccolo bilocale, nel cuore di Brera.
L'avevo scelto e arredato nei dettagli facendo attenzione a non rimpicciolire gli spazi: gli appartamenti con questi tagli, se non fai attenzione, anche con un arredamento bellissimo ma pesante rischiano di sembrare dei loculi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...