Quali sono i sintomi della Sindrome di Asperger?

La sindrome di Asperger è stata descritta per la prima volta dallo psichiatra e pediatra austriaco Hans Asperger, da qui il nome. Questa sindrome presenta delle similitudini con l’autismo, con cui condivide la difficoltà nell’interazione sociale, gli interessi e attività ristretti e ripetitivi, ma si differenzia per l’assenza del ritardo del linguaggio e mentale. La separazione tra Asperger e altri disturbi dello spettro Autistico, tuttavia non è così netta.

Sindrome di Asperger, sintomi e cause

Il bambino affetto dalla sindrome di Asperger ha un quoziente intellettivo nella norma o al di sopra della media, e non presenta significativi ritardi nel linguaggio. Ha difficoltà invece, a interagire con gli altri e prova scarso interesse nell’instaurare delle relazioni. Assume, inoltre, comportamenti ripetitivi e stereotipati e ha interessi tendenzialmente ristretti. Il bambino Asperger presenta anche goffaggine motoria e difficoltà ad adeguarsi ai diversi contesti. Preferisce la routine e mostra resistenza ad adattarsi ai cambiamenti.

Le cause della sindrome di Asperger sono ad oggi sconosciute, ma si è notata una certa familiarità genetica nello sviluppo, in particolare quando è il padre a esserne affetto. Inoltre, sembra che colpisca maggiormente i maschi.

 Sindrome di Asperger, cura

L’età media di diagnosi è 11 anni. Il bambino, infatti, quando è più piccolo, compensa le difficoltà usando modalità di comunicazione non verbale. Crescendo invece, le difficoltà diventano più evidenti. La cura della sindrome di Asperger mira a trattare i sintomi comportamentali, come i rituali ossessivi (con farmaci antipsicotici), l’iperattività (con farmaci antidepressivi), e le difficoltà nell’interazione sociale con traning cognitivo-comportamentali.

Sindrome di Asperger, personaggi famosi

Recentemente la scrittrice Susanna Tamaro ha rivelato di essere affetta dalla sindrome di Asperger, ma non è l’unico caso illustre. Ne hanno sofferto anche Michelangelo Buonarroti, Mozart, Newton, Darwin e persino Albert Einstein!

2019-08-02T18:28:18+00:00

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.