Perché è importante che i bambini vadano a letto presto!

E’ molto importante che i bambini vadano a letto presto!

In molte famiglie questo è un aspetto problematico: i più piccoli, infatti, vivono il riposo come un distacco da mamma e papà. Inoltre, il sonno è collegato a una paura primordiale del buio e dell’ignoto.

Addormentarsi è un po’ come entrare in un modo sconosciuto, dove non si sa cosa potrebbe accadere.

Spesso mio figlio mi chiede di dormire insieme perché ha paura che arrivino i mostri. Sono paure normali che non vanno né drammatizzate, ma neppure sminuite.

A volte più i bambini sono stanchi e più è difficile metterli a letto perché si anziché crollare si agitano ancora di più.

E’ importante quindi trovare strategie che aiutino i più piccoli a vivere il momento del sonno in modo positivo. Quella della messa a letto, infatti, dovrebbe essere un rituale. Impostare e rispettare quello che gli esperti chiamano “bed time routine” è di fondamentale importanza, fa bene ai più piccoli, ma anche ai genitori!

La prima regola per insegnare ai bambini a rispettare l’ora di andare a letto è stabilire un orario ufficiale entro il quale si va a dormire.

Ricordatevi che i bambini dovrebbero dormire almeno 8/10 ore per notte.

Il sonno è molto importante: una mancanza di ore di sonno può avere ripercussioni sulla capacità di attenzione dei bambini e sullo sviluppo cognitivo del bambino. Ricordiamoci che il loro cervello è in crescita e le buone abitudini che sviluppano da piccoli gli saranno utili per tutta la vita! 😊

È chiaro che se l’orario è sempre lo stesso è più facile farlo rispettare, e se serve, trasgredire.

È altrettanto importante creare un rituale, con azioni che si ripetono ogni volta: noi abbiamo stabilito questa: preparare lo zaino per il giorno dopo (perché la mattina siamo troppo rimbambiti per ragionare), mettere il pigiama, lavarsi i denti, fare la pipì, leggere una fiaba e il bacio della buonanotte.

Leggere una storia prima di andare a dormire: perché fa bene

Televisione e videogiochi sono da bandire tassativamente perché non sono attività tranquillizzanti, ma “svegliano” il cervello.

Un altro aspetto da considerare è il tempo necessario che serve per il rituale. Se i bambini vanno a letto alle 21, ad esempio, bisogna invitarli a cominciare a prepararsi alle 20.30.

Da non sottovalutare anche che quando i bambini vanno a letto presto, la famiglia ha più tempo per stare insieme e rilassarsi.

È chiaro che man mano che il bambino cresce anche la routine va modificata. Ad esempio, in età scolare, può essere introdotta una sorta di trattativa: ti do il permesso di fare una cosa che desideri, ma poi vai subito a letto. Ai più grandi invece si può regalare una sveglia personale, in modo che sviluppino una maggiore responsabilità con il tempo. la cosa più saggia che un genitore possa fare è promuovere l’autonomia poco alla volta.

2019-05-01T09:52:01+00:00

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.