I figli uniscono la coppia? Non proprio.

I figli uniscono una coppia per la vita – si sarà per sempre genitori – ma dividono su tutto il resto.

Sembra impossibile ma è vero (per non parlare del sesso dopo i figli).

La gestione dei figli influisce sul rapporto di coppia per il 64% dei genitori.

famiglia 2 rgb

Questo è quello che emerge da una ricerca condotta da Epson, per promuovere Eco Tank #maipiùsenza: una stampante che non necessita cartucce di ricambio (pensa a quanto tempo risparmierai!) e l’inchiostro dura fino a tre anni.

L’obbiettivo di Epson è di aiutare e far risparmiare tempo alle famiglie, proprio per questo hanno svolto questa ricerca: per capire di cosa avessero bisogno.

“A me non succederà mai.”

Effettivamente anch’io quando vedevo coppie stravolte mi chiedevo come fosse possibile che così pochi centimetri di bambino potessero rendere così stanca, stressata ed esaurita una coppia.

Eppure quando si ha un figlio, soprattutto piccolo, occorre continuamente prendere decisioni per lui: dalle cose più banali – cosa mangiare, a che ora andare a dormire – alle scelte più ragionate: l’educazione, la scuola, gli sport, l’uso del telefono e altre infinite cose.

Questo comporta che i genitori debbano continuamente misurarsi su scelte per i propri figli. Ed è normale che non sempre ci si trovi d’accordo.

famiglia

“Perché l’hai vestito così leggero che poi si ammala?”

“Perché lo fai dormire nel lettone?”

E prima o poi si finisce per discutere.

Più della metà dei genitori amette che la principale fonte di discussione con il partner siano i figli.

Se si crescono i figli in due, credo sia normale scontrarsi sulla loro educazione. Ciò che secondo me è utile ricordarsi, per non degenerare nelle discussioni e non perdere tempo, perché il tempo passato a litigare è tempo perso, è :

 

  • Saper disinnescare: spesso le discussioni degenerano perché si butta benzina sul fuoco, c’è un’escalation di recriminazioni che non porta a nulla. Non trasformare ogni discussione in una lotta di supremazia.

 

  • Evitare di litigare davanti ai propri figli (ricordate che i bambini ci sentono anche mentre dormono). Non c’è nessuna urgenza per le discussioni. Meglio rimandarle quando si sarà da soli e più calmi.

 

  • Non sempre volere l’ultima parola. A volte saper fare un passo indietro significa stare un passo avanti. (cit film perfetti sconosciuti).

 

  • Dividersi i compiti e organizzarsi con il partner: nella routine quotidiana le cose da fare sono infinite. Non è possibile che siano a carico di uno solo. Questo perché aumenta la stanchezza, il nervosismo e i litigi. E cercare il più possibile di semplificarsi la vita, anche grazie alla tecnologia, come ci suggerisce Epson, con la sua nuova stampante.

 

Post in collaborazione con Epson  #maipiùsenza

2018-09-26T23:33:19+00:00

3 Comments

  1. Albalù 12/06/2018 at 18:58 - Reply

    Solite discussioni, niente di grave! 🙂

  2. Rossella 20/08/2018 at 7:40 - Reply

    “Non è possibile fare tutto da soli”, scrivi.
    Sbagliato.
    Il padre delle mie due bambine non c’è più e anche quando c’era non era certo un presenzialista
    Io cresco due figlie completamente SOLA.
    Con una stanchezza a volte pesante come un macigno ma con grandi soddisfazioni e tanto vero Amore!
    Rossella

    • Elena 21/08/2018 at 12:30 - Reply

      ciao Rossella, ma se una figlia si ammala e tu devi lavorare come fai?

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.