Uno stile di vita sano, per stare bene:

A vent’anni sei presa dal goderti la vita e lo stile di vita sano sembra un vezzo. Lo sport è più un hobby che un’attività necessaria.

Quando cresci, diminuiscono le energie e crescono gli acciacchi. Il mal di schiena. I dolori cervicali.

mal-di-schiena

Io soffro pesantemente di mal di schiena a seguito di un incidente stradale che mi ha causato una “inversione” (raddrizzamento) del rachide cervicale. 
Poi, come se non bastasse, un incidente con lo snow board ha dato il colpo di grazia.

Adesso mi basta pochissimo: un movimento sbagliato, una postura scorretta e sono bloccata.

Per questo motivo seguire uno stile di vita sano, per me è un must.

Il mio stile di vita sano (e felice) in 5 punti:

1- Prevenzione:

E’ importante prendersi cura del proprio corpo non solo quando si ha dolore: molte persone “sentono” il proprio corpo solo quando fa male. Star bene è in realtà uno stile di vita, che parte dalla prevenzione.

2- Alimentazione:

Penso che magiare in modo sano, giuste porzioni e senza particolari rinunce, sia il modo migliore per mantenersi in forma.

Questo concetto cerco di trasmetterlo anche ai bambini: non sono la mamma che vieta dolci, certi cibi si possono mangiare, ma solo ogni tanto, perché non sono utili alla crescita.

Questo cosa c’entra con il mal di schiena? C’entra perché essere normopeso previene posture scorrette e sovraccarico sulla colonna vertebrale.

attività-fisica

3- Attività fisica:

Con gli incidenti che ho avuto, devo fare attenzione allo sport. L’ideale per me è lo yoga. Oppure camminare.

Anche in questo caso cerco di far passare ai miei figli il concetto che l’attività fisica non è solo uno sport, ma serve proprio per stare bene.

4- Scarpe:

Ebbene sì, anche la scelta delle scarpe è determinante per la postura, per la schiena e per il benessere fisico.

5- Intervenire subito:

Il dolore, è importantissimo curarlo sul nascere. E’ un campanello d’allarme che non va sottovalutato, perché potrebbe diventare cronico.

La ricerca Global Pain Index, svolta da GSK Consumer Healthcare, ha evidenziato come il dolore cronico muscolo-scheletrico, possa portare a:

  • –  depressione
  • –  maggiore difficoltà nello svolgere le normali attività giornaliere,
  • –  minor disponibilità nei confronti dei propri figli
  • –  minor pazienza. 
Ed effettivamente è vero, per crescere dei figli, ci vogliono tante energie, e la cosa migliore da fare è cercare di mantenersi in forma il più a lungo possibile.

Per saperne di più sul dolore muscolo-scheletrico e imparare a gestirlo in modo corretto e consapevole vi segnalo la campagna di informazione “Fermi mai! Via libera al movimento”. Sul sito vialiberaalmovimento.it ci sono video tutorial e varie sezioni informative davvero molto utili! 
Voi cosa fate per mantenervi in forma? Raccontatemi!

 

Post in collaborazione con GSK Consumer Healthcare


NETIQUETTE: questo post aderisce alla social media policy della campagna di informazione “Fermi mai! Via libera al movimento”, promossa da GSK Consumer Healthcare. Tutti i dettagli a questo link:

via libera al movimento policy 

Commentando la accetti e ti impegni a rispettarla.

 

2018-09-26T23:33:22+00:00

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.