Sesso estremo: perché piace tanto?

Sesso estremo: perché piace tanto e perché c’è tutto questo interesse?

50-sfumature-box-office

Forse perché oltre a 50 sfumature di grigio e di nero c’è di più…

Quando le mie amiche sono andate al cinema a vedere 50 sfumature di nero, sono stata tentata di andare con loro, solo per comprendere l’incomprensibile entusiasmo per la saga (che in pratica ruota intorno al sesso estremo) e trarne un’analisi sociale e psicologica.

Alla fine non sono andata. Ma mi sono fatta raccontare tutto e sono giunta alla conclusione che non mi sono persa nulla.

Solo la trama di tutta la trilogia mi irritava : troppi stereotipi. Lei vergine, povera e sottomessa (esistono più sfighe insieme?) lui ricco pervertito e psicopatico. E fino a qui, sul personaggio di lui, rimaniamo ancora nei confini della realtà, ma la oltrepassiamo senza ritegno quando lui si innamora di lei e a quel punto cambia, ovviamente per amore.

Una delle cose che fa più sognare del film è il sesso estremo e un po’ violento che lui pratica su di lei, quasi senza periodi refrattari (altro dettaglio poco reale).

Alla mia domanda: “Perché vai a vedere il film?” le risposte, oltre agli addominali e i tricipiti del protagonista, sono state tutte più o meno su questi toni:

“Averne di uomini che ti prendono in questo modo”

Io in realtà non credo che sia questa la motivazione. E penso ci sia una bella differenza tra un uomo sessualmente violento e uno sessualmente attivo e spregiudicato.

Christian-Grey-Anastasia-Steele-Cover-Glamour-March-2015-471756-2

Perché piace tanto il sesso estremo?

Superare i propri limiti.

Come per gli sport estremi anche nel sesso estremo c’è la componente di sfida con se stessi. Il tentativo di testare i propri limiti e riuscire a superarli. Spingersi sempre più in là testando la propria resistenza, provando emozioni forti, vedere fino a che punto si può arrivare.

Più ci si spinge in là con il sesso più occorre fiducia nel partner e complicità. E la fiducia, estrema e totale, è un altro fattore che caratterizza il sesso estremo.

Qualcuno di cui fidarsi.

Vi ricordate quando da piccoli i genitori vi lanciavano in alto e poi vi riprendevano?

Quel momento in cui si è sospesi in aria, si sta volando, ma al tempo stesso si può cadere per terra facendosi un gran male.

Il giornalista Michael Castleman ha definito i giochi di bdsm come il tentativo di replicare quella sensazione provata da piccoli: lasciarsi andare totalmente, nel vuoto, abbandonandosi a qualcuno, in un rapporto di totale fiducia.

Consapevolezza di sé

Il sesso estremo può essere anche pericoloso, perciò occorre avere consapevolezza di sé, del proprio corpo e molta fiducia nell’altro. Va praticato in condizioni di sicurezza. E’ come lanciarsi nel vuoto: fareste bungee jumping senza protezione?

Va deciso a priori, insieme e di comune accordo cosa si può fare e cosa non si può fare, fino a che punto ci si può spingere. Le parti devono essere consenzienti e ovviamente adulte.

“La bocca è quell’organo sessuale che alcuni depravati utilizzano per parlare.”

 

 

 

 

2018-09-26T23:33:25+00:00

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.