Dopo i figli cambia tutto

Quando aspettavo il mio primo figlio, ero convinta che tra me e il mio compagno non sarebbe cambiato niente. Pensare questo è un po’ come fare i buoni propositi di Capodanno: un conto è la pratica, un altro conto è la teoria. E la verità è che nel rapporto di coppia dopo un figlio cambia tutto.

La coppia dopo un figlio:

All’inizio, i genitori vengono fagocitati dai bisogni del bambino e la coppia dopo un figlio, non assomiglia mai a quella di prima. Per certi versi sembra una coppia di amanti (però stanchi), per altri versi una coppia di adolescenti. E per altri versi ancora, una coppia di sconosciuti.

schermata-2017-01-05-alle-20-17-05

Amanti:

Assomiglia ad una coppia amanti perché trovare del tempo per vedersi, fare l’amore e chiacchierare è complicato più o meno come quando si è clandestini. E forse dagli amanti bisognerebbe copiare quell’incredibile energia che porta a fare cose estreme e a trovare sempre soluzioni creative per condividere, divertirsi e amarsi. Mentre di solito, una coppia di neo genitori è più portata a litigare a causa della stanchezza.

Una volta ero dell’idea che occorresse uscire, scappare, lasciare il pupo a qualcuno e ritagliarsi una serata solo per la coppia. Noi l’abbiamo fatto e a volte è stato più faticoso uscire – ho raggiunto livelli di stanchezza inenarrabili – piuttosto che stare in casa.

Quindi ok per i momenti solo per la coppia. Ma senza doversi stressare più del dovuto.

Adolescenti:

La coppia dopo un figlio somiglia anche ad una coppia di adolescenti perché ti senti un po’ come quando ti portavi a casa il fidanzatino e ci limonavi mentre i genitori non c’erano. Origliavi i rumori dalla porta per capire se stavano rientrando loro o la vicina di casa, cercando di evitare di essere colta in flagrante.

Lo stesso accadrà quando hai un bambino piccolo: certo, potrai continuare a far sesso in ogni angolo della casa se non hai problemi di cervicale o sciataglie, ma piano perché i bambini dormono. Se no si svegliano. E poi ci vuole mezz’ora per addormentarli. Cazzo, te l’avevo detto.

Equilibrio:

Trovare un equilibrio. L’essere genitori è un territorio sconosciuto ad entrambi, perciò scoprirete nuove parti del vostro compagno. (E anche vostre). Parlate e cercate di collaborare. La collaborazione è sempre meglio richiederla verbalmente. O lasciare post it per casa. O mail. La comunicazione con la forza del pensiero ancora non funziona benissimo.

Quando arriva un’altra persona in una coppia, quando si passa da due a tre, o da tre a quattro le cose cambiano per forza. E più tu ti opponi a quel cambiamento più farai fatica, perché sarà come remare contro vento.

Meglio seguirlo il vento. E trovare nuove strade da percorrere. In tre. O in quattro. O anche da soli – divisi come coppia ma uniti come famiglia – se la crisi di coppia e i cambiamenti sono inconciliabili.

Leggi anche:

coppia dopo un figlio 4 consigli

Depressione post parto

Coppia felice

Crisi di coppia

2018-09-26T23:33:33+00:00

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.