Scambio di coppia: perché piace tanto? Quali sono i rischi?

Qual è la psicologia dello scambio di coppia? Perché piace tanto? A Milano, ma anche altrove, ci sono locali dai nomi accattivanti dove si pratica scambismo e con 150 euro si ha libero accesso per un anno.

I locali di scambio di coppia, su tutti gli altri, vincono a mani basse: sono sempre pieni.

 

Quali sono i risvolti psicologici di chi pratica scambio di coppia?

Ho chiesto a Giorgio Rifelli, professore di sessuologia clinica all’Università di Psicologia di Bologna, quali siano le dinamiche psicologiche che sottendono lo scambio di coppia:

“In realtà non ci sono molti studi scientifici su chi pratica lo scambio di coppia – dice Rifelli – si possono però riconoscere alcuni meccanismi psicologici nelle persone che lo praticano.”

– DINAMICHE NARCISISTICHE:

Nell’atto specifico dello scambio (ma anche dell’amore di gruppo) è evidente l’utilizzo narcisistico dell’altro: non ci sono relazioni, l’altro è sempre un oggetto sessuale e mai un oggetto d’amore.
Anche il partner, in quel momento, diventa un veicolo per soddisfare i bisogni e gli impulsi dell’altro.

Nell’amore a tre o quattro non ci sono mai presenze reali, le persone si fanno strumenti per gli impulsi e le fantasie dell’altro.

Lo scambio di coppia, quando praticato in maniera compulsiva, potrebbe essere il sintomo di un’incapacità di entrare in un rapporto autentico con le persone.

– OMOSESSUALITA’ CONTROLLATA:

Nell’amore di gruppo entrano in gioco anche dinamiche omosessuali: vedere il corpo nudo e l’atto sessuale su una persona dello stesso sesso può essere eccitante e allo stesso tempo percepito come pericoloso. In un contesto di “gruppo” l’ansia e la paura dell’omosessualità o altre pulsioni, altrimenti inaccettabili, vengono mitigate.

– VOYERISMO ed ESIBIZIONISMO

Quali sono i rischi per la coppia?

Nelle coppie che ho visto, ovviamente per il mio lavoro, erano quelle che in seguito allo scambio di coppia avevano avuto dei problemi.

Spesso, uno dei due partner provava una grossa rabbia nei confronti dell’altro per quello che si era sentito costretto a fare.
Per altri diventa una forma di dipendenza e fuori dallo scambio non si riescono più a provare emozioni forti.

Occorre quindi fare molta attenzione.
Io penso che per farlo, senza conseguenze, occorra un incastro speciale.

[/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

2019-08-13T17:29:41+00:00

21 Comments

  1. marzia donnasudueruote 08/11/2013 at 11:34 - Reply

    Ne stavo parlando qualche giorno fa con una mia collega a riguardo, perchè ho molti pz che ne fanno pratica specialmente tra i più giovani, anche nuove pratiche sessuali. Ci siamo fatte alcune domande tra cui una: cosa è cambiato nel vivere il sesso rispetto anche alle nostra generazione?
    un abbraccio Marzia

    • Elena J 08/11/2013 at 12:48 - Reply

      Di sesso se ne parla di più e questo non so se sia completamente un bene: ti metto il link di un’altra intervista a Rifelli “il mistero che non può essere svelato”

  2. dm 08/11/2013 at 12:04 - Reply

    ormai non sanno più cosa inventarsi. credo che uno dei dilemmi della società moderna sia che non si è più felici.

    • Elena J 08/11/2013 at 12:52 - Reply

      Secondo Rifelli chi pratica scambismo con regolarità attua una modalità di coppia.
      Infatti, quando uno dei due non vuole più giocare a scambiarsi succede che la coppia si rompe.

      Diverso è per chi tenta un rimedio alla crisi: quasi sempre fallimentare.

  3. Princi 08/11/2013 at 18:54 - Reply

    mah, io al solo pensiero che il mio compagno si faccia scambiare e mi scambi inorridisco!
    è come se il sesso non fosse più l’altro e il rapporto che hai con lui (nel bene e nel male) ma un’accozzaglia di pezzi di corpi che si incontrano casualmente, un po’ come le fantasie masturbatorie degli adolescenti o i vecchi film di banfi&co (che poi sono la stessa cosa).

  4. PdC 08/11/2013 at 20:04 - Reply

    Non ho una posizione su questo argomento, nel senso che ritengo che tutto ciò che viene fatto tra adulto consenzienti non sia affar mio.
    Però credo che chi pratica con regolarità lo scambio si racconti la gran bugia che è un “gioco di coppia” ed invece la persona che ti accompagna non fa la differenza se non nella misura in cui è funzionale al gioco che stai facendo. Proprio per questo se poi non è più interessata è come se violasse il principio che teneva insieme la coppia.
    Per il resto sono convinta che a lungo andare anche la trasgressione diventi noiosa e per alimentarsi necessiti di innalzare sempre più l’asticella fino a perdere di vista il limite.

  5. club privè 13/11/2013 at 13:38 - Reply

    Ciao a tutti sono il socio fondatore di un club privè di Milano. Penso che ognuno debba essere libero di poter vivere la propria sessualità (PRIVATA) senza dover essere giudicato da “professoroni”. L’importante è non arrecare danno o disturbo agli altri. Il Club per scambisti o club privè sono nati proprio per questo. Persone che condividono l’idea, si ritrovano in un luogo chiuso e NON aperto al pubblico e si divertono come piace a loro.
    Grazie per lo spazio
    Rick

  6. Elena J 13/11/2013 at 14:57 - Reply

    Ciao, grazie per il tuo commento.
    Nessuno qui vuole condannare, né innalzare a modello chi fa scambio. Si cerca solo di informare e confrontarsi, visto il fenomeno molto diffuso e nuovo.
    e soprattutto capire perché alcune coppie lo scelgono come modalità di coppia.
    Anzi, se vuoi raccontarci qualcosa, per sfatare falsi pregiudizi, mantenendo l’anonimato tuo e dei tuoi clienti, sei il benvenuto.

  7. Anonymous 05/02/2014 at 18:01 - Reply

    io ho tanta voglia di praticarlo ma mia moglie no…che fare?

  8. Anonymous 20/03/2014 at 22:10 - Reply

    Buona sera a tutti io e mia moglie lo abbiamo praticato per un po di anni,in realtà nel nostro caso era un ragazzo che faceva sesso con mia moglie insieme a me.
    Il tutto è iniziato in una spiaggia nudista dove mia moglie è stata attratta da un pene di grosse dimensioni e io mi sono eccitato a vedere mia moglie presa in quel modo,lo abbiamo sempre fatto solo con quel ragazzo e adesso non lo facciamo più da un paio d’anni,se devo essere sincero con mio grande dispiacere …ma non ho mai messo in dubbio le scelte di mia moglie.
    Secondo me se fatto di comune accordo è bello.

  9. Anonymous 08/04/2014 at 16:34 - Reply

    Lo scambio di coppia mi incuriosisce e mi piacerebbe provarlo ma… a prescindere che mia moglie è contraria, non so se sarebbe un bene per me visto che potrebbe scaturire in lei il desiderio di farlo con chiunque gli piaccia che io ci sia o no. Ma sentire dichiarazioni bigotte un po mi fa sorridere. L’essere umano non è monogamo di natura…

  10. Anonymous 19/10/2014 at 19:27 - Reply

    Ciao Elena,
    ho sentito il bisogno di scriverti perchè è da un pò che ho iniziato a seguirti e, spulciando tra i tuoi vecchi post, ho ritrovato questo, e mi si è stretto il cuore, perchè ho avuto l’onore di seguire l’insegnamento del prof Rifelli, persona splendida, piena di cultura e bravissimo professore. E’ passato quasi un anno dalla sua scomparsa e non passa giorno in cui non ringrazi di averlo potuto conoscere, porterò sempre con me i suoi insegnamenti. E’ stato bello ritrovarlo qui, grazie 🙂

    • Elena J 24/01/2015 at 21:01 - Reply

      E’ scomparso? Davvero? Quando? Gli ho fatto questa intervista al telefono. Era una persona straordinaria ed è stato il mio docente al corso di sessuologia.

  11. Giudico solo me stesso... 25/12/2017 at 16:09 - Reply

    …Sono un etero tanto, quanto sono curioso… aperto sempre ad intraprendere i bivi lungo la grande e sicura autostrada della routine… E grazie alla mia compagna che aveva già esperienza di scambio di coppia, sono riuscito finalmente a realizzare anche questa mia fantasia… Ero eccitatissimo all’idea di realizzarla… Il sangue mi bolliva al solo pensiero… E finalmente ero lì, su quel lettone… corpi nudi… gemiti che riecheggiavono in quella stanza a lume di candela… Sentivo un susseguirsi di emozioni che non capivo a pieno e, stranamente non vedevo l’ora che finisse tutto… Non riuscivo a capire cosa fosse successo. Sentivo solo una forte nausea in me che cresceva fino addirittura a vomitare la mattina successiva…
    Avevo finalmente realizzato!
    Vedere la mia compagna, disinvolta, tra le braccia di un altro, godere, in un modello psicologico puramente animale allo stato brado, entrambi svestiti di tutti quegli strati sociali, culturali, che ci rendono esserti umani pensanti, capaci con dei sani sentimenti di avere rispetto per sé stessi e per chi ci sta accanto, credo sia lo strato più basso che possa lambire un essere umano capace di innamorarsi….
    Insomma, neppure il Plasil riusciva in quei giorni a placare quella nausea che scaturiva da quelle immagini vomitevoli che passavano e ripassavano nella mia testa come treni in corsa…
    Insomma, grazie a quella terribile esperienza conobbi uno dei miei limiti, che mai e poi mai supererò ancora, non perché sia sprovvisto di coraggio, ma perché solo in questo modo riuscirò a sentirmi orgoglioso di anteporre l’enorme valore dei sentimenti al mero piacere carnale capace disumanamente di eclissarlo.
    È chiaro che posso giudicare solo me stesso tra i miei pregi ed innumerevoli difetti, ma si suol dire che la grandezza di un uomo si misura dalla qualità delle sue azioni ed è per questo che decido che da allora in poi la mia donna resterà tale non perché sia io ad imporlo, ma solo perché saranno i sentimenti che ci legano a volerlo…

    • Danilo 23/06/2019 at 19:18 - Reply

      La tua osservazione mi ha particolarmente colpito. Impressionato è fatto riflettere sto scrivendo un libro in cui si trattano tematiche sessuali tra queste lo scambio , mi interessa soprattutto l aspetto psicologico che gira attorno al sesso e non il gesto, l atto in se è animale,atavico e lo spieghi molto bene tu. Complimenti.
      Vorrei scambiare un paio di mail se possibile.
      Ti ringrazio.

    • Enea 25/06/2019 at 7:32 - Reply

      Ti capisco… ho provato a iscrivermi come coppia in un famoso sito scambista… ho anche messo nell’annuncio che volevamo solo donne. Sinceramente ci sono capitate un paio di occasioni, ma con scuse varie, abbiamo declinato l’invito. C’è una profonda superficialità… finito quello per cui si incontrano… non c’è più alcun rapporto… hai ragione… è animalesco e degradante… c’è la continua ricerca di qualcosa di più. Io che mi ero iscritto per curiosità… ho chattato con una marea di gente… uno si eccitava nell’essere insultato mentre la compagna aveva rapporti con altri… mi confessava che avendo provato tutto.. questo era il silo modo che ancora lo soddisfava… no, non penso che questo.rientri nella sfera dei sentimenti di coppia. Ha ragione il professore. È vero che ognuno in privato può fare quello che vuole, ma non vendete la leggenda metropolitana che questa rinsalda il rapporto di coppia. È caos, disordine, è utilizzo a proprio vantaggio dell’altro/altra. E ancora: parlando con un’altra, mi faceva notare che è più diffuso di quanto pensassi. Forse è vero, però non è buon segno: significa solo che cerchiamo fuori ciò cge dovremmo trovare all’interno della coppia, minimizzando il vero valore di quello che si fa. Scusate la domanda: tolta quella… manifestazione fisica di amore tra due esseri umani, quale altro atto intimo, esclusivo rimane che caratterizza il rapporto tra i due?

  12. Loredana 29/11/2018 at 14:35 - Reply

    Come faccio a capire se mio marito effettivamente va con degli scambisti ho questo dubbio è mi disgusta solo il pensiero ma ha una amicizia con una coppia della quale io non sapevo nulla, e solo trovando dei mess ho iniziato a dubitare. Messaggi da parte della moglie che dava semplicemente la buonanotte a mio marito e che diceva che ultimamente era difficile poter parlare, ovviamente a me sale il sangue al cervello perché quella donna era memorizzato sotto il nome di un uomo…. Poi attraverso alcune dinamiche sono arrivata a questa conclusione ma ne dà una parte ne dall altra ho certezze, addirittura queste persone sanno cose di noi che nemmeno io ricordavo a momenti, sembrano di psicologi di mio marito. Help

  13. Monica 23/07/2019 at 11:49 - Reply

    Io e il mio compagno siamo innamorati e complici. Abbiamo iniziato per curiosità questo gioco ma siamo riusciti, differentemente ad altri, a non essere compulsivi. Facciamo pochissimi incontri ben scelti e mirati ma non so spiegarvi la dinamica incredibile che si crea in quell’attimo. Dal momento della preparazione all’uscita noi diventiamo un nostro alter ego nascosto a tutti , in una sfera chiusa particolare. Vivendo questa esperienza, posso solo consigliare di intraprenderla solo dopo essere sicuri di aver raggiunto un legame profondo altrimenti si rischia di perdersi o di diventare un mezzo per sfogare con altri le proprie voglie. Ho visto molte coppie con dinamiche autodistuttive

    • Elena 02/08/2019 at 12:06 - Reply

      grazie per la tua risposta! immagino che sia molto difficile mantenere un equilibrio…

  14. N. 23/09/2019 at 18:28 - Reply

    Beh… lo scambio non è per tutti. Se trovi l’incastro giusto è un beneficio incredibile… altrimenti vi consiglio di non farlo.
    Ho avuto esperienza di scambio.. e secondo il mio punto di vista… il domani quando non esisteranno più queste congetture legate ad un qualsiasi orgasmo che deve essere per forza in seno alla coppia, e saranno solo i sentimenti a primeggiare… tutte le coppie lo praticheranno.. per una evoluzione della vita coniugale.

  15. Marco 03/10/2019 at 13:03 - Reply

    Il punto focale credo sia la condivisione…se si riesce a farne un momento di condivisione di coppia è una dinamica sempre molto eccitante, e perchè no?, anche divertente. Ma se deve essere un unico interesse allora no…sono un ex lui di coppia…nel senso che la coppia è rimasta ma questa esperienza è passata…ebbene lo dico con molta umiltà senza dubbio il legame è rimasto e siamo adesso una coppia normalissima…ma con il tempo quell’adrenalina, quel gioco, quel rivivere, anche dopo, certe emozioni provate insieme io ne ho sentito la mancanza…mi sono rassegnato e ne ho fatto una questione di priorità…ma è rimasta la nostalgia di momenti di grande eccitazione e condivisione in cui provavo piacere non solo fisicamente ma anche emotivamente…

    Il punto non è poterne fare a meno o costituirlo quale unico piacere…( tutte le cose abusate fanno male ) ma saperlo vivere come un gioco di coppia…un modo per vivere le proprie emozioni insieme…allora davvero per me è un bellissimo segreto da condividere…e che oggi a 47 anni mi manca moltissimo non aver continuato a vivere

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.