Decalogo bambini al sole

Sole e bambini. Il sole fa bene ai bambini, a patto, però, di rispettare le regole di una corretta esposizione al sole utilizzando sempre la protezione solare.

I raggi solari infatti favoriscono la crescita delle ossa: la pelle, stimolata dal sole, sintetizza la vitamina D, poco presente negli alimenti.

sole-e-bambini

Bambini e solari:

Il sole, inoltre, regola il sonno e fa bene all’umore, ed è un vero e proprio toccasana in caso di psoriasi e dermatite atopica, poiché limita e previene la comparsa dei sintomi.

Chiaramente, bisogna evitare che il bambino si scotti e si ustioni utilizzando sempre la protezione solare bambini. È il caso di non dimenticare che il semplice arrossamento della pelle è già la manifestazione di un’ustione di primo grado e che le ripetute scottature durante l’infanzia favoriscono, in età adulta, la comparsa dei più comuni tumori della pelle.

Sole e bambini

Per proteggere le pelle dei bambini al sole: prima di tutto l’esposizione al sole deve essere graduale, cominciando con 5-10 minuti, per poi aumentare di 5-10 minuti ogni giorno.

Attenzione ai piccoli che appartengono ai fototipi 1 e 2 (con capelli rossi o biondi e pelle molto chiara) e i bambini piccoli: non devono essere mai esposti direttamente al sole, ma devono indossare la maglietta ed essere protetti da una crema solare anche durante il bagno in mare. Ricordate poi, di evitare sempre le ore centrali della giornata (11-17).

Per quanto riguarda la scelta della crema solare, gli esperti consigliano l’alta protezione (fattore 50). La crema va riapplicata mediamente ogni due ore e anche se il bambino è sotto l’ombrellone. Infine, prima dell’anno di vita, il bambino non va mai esposto alla luce diretta del solo, ma solo poco dopo l’alba o all’imbrunire.

 

2018-09-26T23:33:38+00:00

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.