Tablet per bambini

Tablet per bambini?

I dispositivi elettronici fanno e faranno parte della nostra vita sempre di più, perciò una domanda sorge spontanea. Come regolarsi con i bambini?

Io credo che vietarne l’utilizzo a priori, sia controproducente. Il tablet rischierebbe di diventare l’oggetto del desiderio. Insegnare ad usarlo, accompagnando nell’utilizzo, penso sia la soluzione più corretta.

Vietare non insegna. Accompagnare nell’uso sì. Facendo, noi genitori, per primi un po’ di autocritica.

Tablet per bambini – istruzioni per l’uso

IMG_2521

  • Dare il buon esempio. Non si può dire ai bambini di non giocare con il tablet mentre noi abbiamo in mano lo smartphone per controllare le notifiche di facebook.
  • Scegliere giochi educativi. Ora molte applicazioni vengono sviluppate da psicologi e pedagogisti, quindi se scelte in base all’età, possono avere una funzione educativa.
  • Giocare insieme. E’ importante che il genitore sia sempre attento e accompagni il figlio nell’utilizzo del gioco. Il tablet non deve essere sinonimo di solitudine, ma di condivisione. Una ricerca ha dimostrato che le app di apprendimento, sotto i tre anni, risultano più efficaci se vengono utilizzate con i genitori.

IMG_2525

  • No indigestione. Come ogni gioco, il tablet sviluppa delle abilità cognitive come l’intuizione e la velocità di pensiero. E’ importante però che i bambini varino le attività nel corso della giornata. Il tablet è un’ottima invenzione, ma non si può utilizzare tutto il giorno! Ad esempio in viaggio può essere un valido aiuto durante i lunghi spostamenti.
  • No uso inappropriato. Alcuni esperti hanno lanciato l’emergenza tablet. Non significa che sia nocivo a priori, ma va ricordato che il tablet non è una baby sitter. E nemmeno un calmante. Se i bimbini fanno i capricci il tablet non è la soluzione. Sono le relazioni che rassicurano, non i dispositivi elettronici.

Cosa uso:  

IMG_2544

Con Happy Tab di Chicco mi sono trovata bene perché è un tablet studiato apposta per i bambini, e si può usare dai 18 mesi fino ai sei anni: prevede un percorso di gioco e apprendimento per fasce d’età e può essere personalizzato dai genitori. Happy Tab ha infatti la funzione “parental control” che oltre alla personalizzazione dei profili con applicazioni ad hoc per ogni bambino, consente ai genitori di impostare la durata di utilizzo del tablet. Anche Altroconsumo ha dato il massimo punteggio ad Happy Tab in termini di sicurezza per bambini.

 

2018-09-26T23:33:42+00:00

One Comment

  1. […] bambini. I tablet in tenera età fanno male? O possono essere uno strumento utile alla crescita? In Tablet per bambini si parla di come proporre un utilizzo “sano” della tecnologia ai nostri bambini, […]

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.