L’importanza del pavimento pelvico

Il pavimento pelvico interessa le donne, in ogni fase della loro vita.

Subisce variazioni e cambiamenti in base all’età, allo stile di vita, alla salute e alle emozioni. E’ lo specchio della mente di una donna e bisogna prendersene cura.

f02d7917c0c1e85df59766923e800502

 

L’ostetrica Beatrice Danzi ci spiega qualcosa sull’importanza del pavimento pelvico.

Che cos’è il pavimento pelvico?

Anatomicamente parlando il pavimento pelvico è quell’insieme di muscoli che sta alla base del bacino osseo: Vi sono fasci più superficiali (che si occupano di chiudere gli sfinteri ad esempio) ed altri più profondi che sono deputati alla statica pelvica (quindi a dare stabilità ad organi come intestino e utero.)

Cosa succede al pavimento pelvico durante la gravidanza e il parto?

Durante la gravidanza ci sono diversi cambiamenti che preparano al parto. La relaxina, ormone tipico della gravidanza rilassa le articolazioni permettendo alle ossa del bacino di diventare più morbide e grazie agli ormoni della gravidanza i genitali diventano più elastici e soffici.

Come mantenerlo elastico ed evitare traumi durante il parto?

Per prima cosa prendere coscienza dell’esistenza di questa zona.

Massaggio peritoneale: si può praticare dal sole o con il proprio partner dalla 32 settimana per 5/10 minuti al giorno. Si può scegliere di usare oli naturali. Inserendo il pollice in vagina e appoggiando l’indice tra lo spazio tra ano e vagina si può praticare un massaggio a U: Questa pratica è utile per rendere i tessuti più elastici ed evitare traumi alla zona al momento del parto.

Posizioni spontanee durante il parto (sia in travaglio che in fase espulsiva): evita lacerazioni spontanee ed episiotomia nella fase espulsiva del parto.

Assecondare i desideri della partoriente: posizione accovacciata, in piedi ed evitare la classica posizione distesa. In questo modo si sfrutta la forza di gravità, si aiuta il bambino ad incanalarsi correttamente e al perineo di distendersi gradualmente.

Se si presenta incontinenza dopo il parto cosa fare?

Dopo il parto (sia naturale che cesareo) può essere utile consultare un’ostertrica per la valutazione del pavimento pelvico.

E’ molto importante affidarsi ad un professionista e subito, la riabilitazione dà ottimi risultati ed evita interventi chirurgici, solitamente poco risolutivi.

 

Questo articolo è stato realizzato
grazie alla collaborazione di:
Ostetrica Beatrice Danzi
Studio Ostetrico Artemide – Firenze
pic credits cosmopolitan.com
2018-09-26T23:33:44+00:00

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.