Il figlio preferito (esiste!)

Parliamo del figlio preferito e diciamo subito una cosa.

Esiste.

Chi dice che non ce l’ha mente. Forse anche a se stesso.

Schermata 2016-04-11 alle 10.18.01

Perché il figlio preferito non dipende dal bambino stesso, ma dai genitori e dai loro bisogni. 

Mi spiego meglio. Ogni genitore porta con sé un vissuto, che è un po’ il riassunto della sua storia di bambino, adolescente e adulto e di quello che sono stati i suoi genitori.

Questo vissuto fa riconoscere delle persone come più affini, fa trovare degli incastri con alcuni e grosse repulsioni con altri.

Con i figli è lo stesso.

A volte un figlio ci ricorda una persona che amiamo – il partner, uno dei nostri genitori oppure noi stessi – e questo fa sì che ci sia un particolare feeling.

Altre volte il figlio preferito è quello più facile, quello che ci rende il lavoro di genitore più semplice e ci fa sentire delle mamme e dei papà migliori.

Altre volte ancora il figlio preferito è quello più problematico perché ci fa sentire utili e indispensabili. 

Insomma, spesso il figlio preferito è quello che risponde di più ai nostri bisogni. Assolutamente inconsapevoli.  

Il figlio preferito – cosa fare?

Io credo che il primo passo sia riconoscere  l’esistenza del figlio preferito. Cioè essere onesti con se stessi.

Questo non significa amarne uno di più o di meno, ma riconoscere che ci siano delle differenze. Come i figli sono tutti diversi anche i genitori si comportano in maniera diversa con loro.

Poi bisognerebbe capire perché con un figlio c’è più feeling che con un altro. E riflettere su questo.

Sulla propria storia e sulla coppia, perché spesso i motivi sono lì.

Con la consapevolezza che avere un figlio esplicitamente preferito può avere delle conseguenze. Non solo sull’altro o sugli altri (che potrebbero sentirsi meno amati), ma anche sul preferito stesso. Che se investito di troppe aspettative, può faticare a svincolarsi dal legame privilegiato (che così privilegiato non è) e costruirsi una sua indipendenza e una sua vita.

Letture consigliate:

L’enfant préfère, chance ou fardeaux?   Edizioni Belin

Film : “La scelta di Sophie”

 

2018-09-26T23:33:45+00:00

5 Comments

  1. NonPuòEssereVero 11/04/2016 at 13:47 - Reply

    Mia suocera ha sei figli e il figlio preferito ce l’ ha. Non è un segreto per nessuno!

  2. veroveromamma 11/04/2016 at 16:22 - Reply

    io non ho il figlio preferito … e mi sono sforzata di trovarlo ma no c’è …in modo diverso amo tutti e tutti hannoqualcosa che ci rende affini……. spesso me losonoo chesta questa cosa ma no ho sapito darvi risposta mai!!!!! forse perchè il figlio preferito no ce l’ho e no è un mettermi l’anima in pace ma costatare cbe non ce l’ho!!!!! siamo genitori diversi perogni figlio perchè ogni figlio è diverso …ed è giusto così secondo me …
    come hai detto ut il bene è ugualeper tutti !!!! il ben si moltiplicano e no si divide…….

  3. federica 11/04/2016 at 23:30 - Reply

    Io l’ho sempre sostenuto soprattutto perche’ mia madre, avendone avuti ben quattro, le preferenze ce le ha e come!
    Lei nega sempre e fa del suo meglio per non farlo notare, ma nei suoi atteggiamenti e modi di porsi si sente proprio.
    Essendo io anche madre pero’ non so cosa si prova dall’altra parte. Di figlio per il momento ne ho solo uno, ma se ne dovessi avere un altro ti faro’ sapere 🙂
    Posso solo ribadire che da figlio, quando questa preferenza si nota, la sofferenza non e’ poca.

  4. […] segnalando un post pubblicato sul blog Yummy Mum e che appunto affermava che “Il figlio preferito (esiste!)“. E fino a pochi giorni fa ero convinta che l’amore provato per un primo figlio, […]

  5. […] però, tutto sembra fattibile. Ah, un’ultima cosa: anche io non amo i gonfiabili!!! 2. Il figlio preferito (esiste!) pubblicato sul blog Yummy Mom. Sono sempre stata convinta che il figlio preferito esista, e adesso […]

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.