Superare i momenti no – che capitano a tutti, senza restare schiacciati dalla negatività per troppo tempo.

IMG_3574

A volte i momenti no sono un’imprevedibile variabile della vita (la sfiga), altre volte se analizzi bene la cosa, un po’ di autosabotaggio te lo sei fatto da solo. In ogni caso il momento no, capita, prima o poi, a tutti.

Come superare i momenti no:

Abbattetevi ma solo per un po’:

C’è chi dice che non bisogna mai perdersi d’animo. Secondo me non è vero. Bisogna incontrarli questi benedetti sentimenti negativi che la vita ci offre. Incontrarli, ma solo per un po’. Anche perché la tristezza spesso ti costringe a guardare la vita da un altro punto di vista. Che si solito è quello che indica la via d’uscita.

Smettere di rimuginare: 

Quando le cose si bloccano a volte si tende a rimuginare su quello che poteva essere e non è stato. Rimuginare porta via un sacco di energie. E di tempo.

Focalizzare il problema:

C’è gente che sta male e non sa bene nemmeno per cosa. Difficile migliorare se non si sa da dove cominciare. C’è una soluzione? Se la risposta è sì bisogna agire per realizzarla. Se la risposta è no allora è inutile continuare a scontrarsi e pensarci.

Pensieri negativi: 

A volte controllare i propri pensieri – soprattutto quelli negativi è difficile. Per evitare che questi si impadroniscano di noi è meglio concentrarsi su qualcosa di pratico. Un’attività fisica (che rilascia anche endorfine e contribuisce al buon umore). Uscire a fare due passi, ascoltare la musica, riordinare, cucinare, vedere un’amica.

Persone negative: 

Per superare un momento no è utile che ti circondi di persone che ti facciano stare bene. Le persone tolgono energia e in questo momento, di energia, ne hai molto bisogno.

Reagire:

Prima o poi bisogna rimettere in gioco.