Acido ialuronico. Cosa bisogna sapere

L’acido ialuronico a cosa serve? L’acido ialuronico si trova naturalmente nel nostro organismo.

È, infatti, uno dei componenti principali della cute, ma anche di cartilagine, tendini, liquido sinoviale, umor vitreo e pareti aortiche.

f4b11d54ab3c06e8676750d45b332a78

Acido Ialuronico a cosa serve:

La sua funzione è di idratare i tessuti, conferendo loro plasticità e turgore e di lubrificare le articolazioni. Con il trascorrere del tempo, tuttavia, questa sostanza tanto importante tende a ridursi progressivamente (già dopo i 30-25 anni di età), favorendo l’invecchiamento della pelle, ma anche la perdita di elasticità delle articolazioni.

L’acido ialuronico, infatti, attrae acqua (1 grammo di acido ialuronico può legare fino a 6 litri di acqua), la trattiene e la rilascia secondo il fabbisogno del nostro organismo, assicurano la giusta idratazione e umidità dei tessuti e la lubrificazione delle articolazioni, assorbendo anche gli urti al loro interno.

L’acido ialuronico vanta, inoltre, proprietà antinfiammatorie e cicatrizzanti. Non è un caso, del resto, che questa sostanza viene impiegata già da tempo e con successo per la cura delle ustioni.

Creme all’acido ialuronico. Quali scegliere:

In virtù delle sue preziose caratteristiche, l’acido ialuronico viene prodotto a livello industriale da colture batteriche (una volta si ricavava dalle creste di gallo) e nelle creme o nei sieri si può trovare puro o micronizzato. Non si tratta di una differenza da poco, dal momento che solo quello micronizzato (di dimensioni minori rispetto a quello puro) riesce a passare attraverso la pelle e a raggiungere gli strati più profondi, agendo direttamente sui tessuti dall’interno. È chiaro che i prodotti a base di acido ialuronico micronizzato hanno un costo più elevato.

Filler all’acido ialuronico a cosa serve:

L’acido ialuronico si può iniettare anche direttamente nella pelle con l’ausilio di filler. Questo tipo di trattamento è particolarmente efficace contro le zampe di galline, le rughe della bocca, le pieghe naso-labiali, le rughe che glabellari (tra le sopracciglia) e le rughe frontali, ma risulta utile anche in caso di cicatrici da acne e per dare volume alle labbra.

2018-09-26T23:33:49+00:00

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.