A volte sono distratta, spesso nervosa.

Quando mio figlio non mi ascolta alzo la voce (e tanto non mi ascolta lo stesso.)

Ogni volta che trasloco – Italia Ibiza, Ibiza Italia – dimentico qualcosa. Questa volta ho dimenticato lo zainetto di Thiago e non trovo più quello che aveva qua. Così in attesa che la nonna porti lo zaino rimasto in Italia, mio figlio sta andando a scuola con un sacchetto di carta. A lui, fortunatamente di non avere il suo zainetto, non  importa molto.

IMG_9669

Per riuscire a fare una doccia piazzo i miei figli davanti alla televisione. A volte lo faccio anche per parlare al telefono.

Di sera, quando sono stanca, la testa mi pulsa e i miei figli vogliono qualcosa – il gelato, un altro cartone animato, che gli lavi i denti io anziché far da soli – non mi impongo e lascio andare. Non credo si tratti di vizi, ma di sopravvivenza. La mia e del mio cervello, che dopo un certo orario non ce la fa più.

Mi sembra sempre di perdere dei pezzi. Pezzi di vita dei miei figli mentre lavoro, pezzi di lavoro mentre sono con i miei figli.

Non lo dico per crogiolarmi nell’imperfezione, anzi. A volte trovo che ci sia un limite temporale in cui è impossibile far tutto. Altre volte mi dico che sono io che non so gestire bene il mio tempo e che sì, potrei fare molto meglio.

IMG_6932-2

Ah, ho anche un fidanzato che abita con me, ma vive su un altro fuso orario e praticamente non lo vedo mai. Ogni tanto lo incontro in ascensore.

Scrivo questo per dire che la vera vita non corrisponde quasi mai alle belle foto che si mettono sui social (e che metto anch’io).

La vita vera è molto più piena, bella, difficile, drammatica e complicata di tutto ciò che si vede sui social network.

FullSizeRender-15

 

(soprattutto le notti delle mamme, piene di risvegli, piedi in faccia e ginocchiate nelle costole)

Ps: Lo zainetto dei super eroi è arrivato. E con lui anche l’influenza.