Il Vampire Facelift o Vampire Threatment è una delle ultime novità in fatto di medicina estetica.

Io ho appena scoperto di avere una Medical Spa sotto casa, dove lo fanno. Perciò mi sono informata e vi racconto cosa mi hanno detto.

vampire-facelift

Vampire Facelift:

Il Vampire Facelift è un trattamento medico estetico – dal nome bizzarro e dalla pratica un po’ macabra – che serve per rinnovare le cellule della pelle.

Come funziona:

Si preleva una piccola quantità di sangue dalla paziente, questo sangue viene immediatamente centrifugato in un’apposita macchina per separare il plasma dai globuli rossi. Quello che si ottiene è un plasma ricco di piastrine, cellule staminali e fattori di crescita.

Il plasma ottenuto, poi, si inetta con una siringa dall’ago piccolissimo nel viso, sul collo e sul décolleté. Le piastrine e fibroblasti contenuti stimolano la produzione di collegene della pelle, riducendo così le rughe e migliorando la texture della pelle.

Il Vampire Facelift non è un riempitivo come il filler all’acido ialuronico, ma è un trattamento di biostimolazione: l’effetto finale è una pelle più luminosa, liscia e compatta, ma non ci saranno modifiche nei volumi.

Il Vampire Facelift, non presenta particolari effetti collaterali: è sempre il sangue della paziente che viene prelevato e iniettato  quindi  non possono esserci reazioni allergiche. Visto che vengono usati agi potrebbero esserci degli ematomi nei giorni successivi, a seconda delle zone trattate.

Una seduta di Vampire Facelift dura circa 45 minuti, e subito dopo si può tornare ai propri impegni.

Costi:

Il costo di un trattamento, si aggira dai 200 ai 400 euro a seconda delle zone trattate. Al “sangue centrifugato” (fa ridere l’espressione ma è davvero così) si possono aggiungere vitamine e/o acido ialuronico, e ovviamente questo cambia il prezzo.

Se decido di farlo, vi faccio sapere.