Prendersi cura della pelle è un  importante atto d’amore: dobbiamo viverci tutta la vita e non possiamo cambiarla.

Ci prova ancora, Martin, ogni tanto a chiedermi un massaggio.

Come mi impegnavo all’inizio, quando ci conoscevamo da poco. E come mi impegno adesso, a schivare la proposta. Perché, diciamoci la verità: finito l’entusiasmo dei primi tempi, resta solo la fatica di massaggiare centoottoantasei centimetri di uomo. E lui che è un gran pignolo vuole essere massaggiato solo con l’olio, perché la crema fa attrito.

Una gran fatica insomma. Eppure il massaggio resta un bellissimo momento di condivisione e d’intimità per la coppia.

IMG_4412

Subito dopo la doccia.

Quando riesco a passare l’olio, sulla pancia, sulle gambe e su tutto il resto, anche velocemente. Quando trovo il tempo per questo piccolo gesto di cura nei miei confronti mi sento molto meglio. Mi impegna due minuti eppure mi sembra di aver fatto grandi cose per me. Poi dovrei stendere anche la crema.

Quando un bambino piange.

Quando uno dei miei figli piange lo prendo in braccio e lo stringo forte: il contatto fisico ha un potere magico e calmante. E ormai massaggio solo loro con quella pelle così delicata, morbida e bianca.

unnamed-2

Prendersi cura di un figlio è un atto d’amore, istintivo e naturale. Prendersi cura della pelle dei propri figli è trasmette concretamente l’amore e l’attenzione per se stessi.

Prendersi cura del partner è amore, condivisione e unione. Un massaggio a centottantasei centimetri di uomo è un atto di devozione, che ogni tanto si può fare.

IMG_0358

Questo post è in collaborazione con l’olio elasticizzante Rilastil, da utilizzare dopo la doccia, per un massaggio di coppia, o sui neonati con pelli particolarmente delicate: la sua formulazione è totalmente naturale (è stato eletto prodotto dell’anno ed il suo inci è perfetto).