Che cos’è la teoria gender?

 

Maschio o femmina, ci si nasce. E fin qui siamo tutti d’accordo.

Poi c’è l‘orientamento e il genere sessuale, che sono qualcosa di ben diverso. Il genere sessuale si costruisce attraverso la cultura, le persone, le tradizioni e la storia. Tutte queste cose, insieme, incentivano comportamenti spesso stereotipati, dove se non ti adegui, rischi di essere discriminato.

Perciò la teoria gender, nata tra le righe della famosa circolare ministeriale vorrebbe portare proprio a questo. Non discriminare.

Quello che (non) è la teoria gender:

Però se dovesse capitare che un bambino si tocchi e giochi con i suoi genitali – come è normalissimo che accada soprattutto in età prescolare – nessuno lo umilierà, lo farà sentire in colpa, sbagliato o lo metterà in punizione. Io andavo all’asilo dalle suore e se fosse capitato a qualche bambino di toccarsi, oltre a prendersi due sberle immediatamente, sarebbe stato mandato da un esorcista per una purificazione totale.

  • i maschi non saranno obbligati a vestirsi di rosa e le femmine di azzurro.

Pensiamo agli uomini che crescono con richieste imperative di virilità e forza (spesso confondendole con atti di violenza e prevaricazione). Maschi che sin da piccoli devono stare lontani dal rosa e da tutte quelle attitudini  considerate femminili, ad esempio fare una lavatrice o cucinare (anche solo per gioco).

Pensiamo alle donne che non sono interessate a diventare madri, a frequentare un corso di danza, a diventare le regine della cucina. Pensiamo ad una bambina che vuole giocare a calcio anziché alle barbie.

Insomma, pensiamo ad un mondo in cui i ruoli siano distribuiti in modo fluido, interscambiabile. Dove ci sia la libertà di realizzarsi senza essere soffocati da ruoli troppo rigidi.

Pensiamo ad una scuola che lasci liberi i bambini da stereotipi.

  • nessuno cambierà l’orientamento sessuale ai vostri figli

Ma se vostro figlio dovesse essere omosessuale, nella buona scuola, nessun dovrebbe emarginarlo, prenderlo in giro e farlo diventare vittima di bullismo.

Quindi, la teoria gender non esiste.

Esiste però l’intento di non discriminare.

Perché alla fine discriminare è da sfigati. 

 

Photo  credits: Boys and Girls shop