Bambini a tavola

I genitori, mentre i bambini mangiano, dovrebbero rilassarsi.

Va bene che ogni volta che un bambino mangia poi bisognerebbe ritinteggiare i muri di casa, va bene che il cibo non andrebbe lanciato e nemmeno sputato, ma arrabbiarsi troppo, non serve a nulla.

genitori-a-tavola

Non serve a nulla perché i genitori si irrigidiscono, i bambini non mangiano, piangono, i genitori si irrigidiscono ancora di più e scoppiano tragedie familiari.

Perché?

Perché intorno al cibo si sono costruiti comportamenti e significati, tramandati di generazione in generazione, che complicano la sua funzione: spesso ha una valenza più emotiva che nutrizionale.

Bambini a tavola –  tre frasi, se non proprio da evitare, da rivedere:

– non sporcare!

Durante lo svezzamento (e per i mesi successivi), occorrerebbe  chiamare un’impresa di pulizie dopo ogni pasto e fare un po’ di attenzione ci sta. Ma in alcune famiglie il divieto di sporcarsi mentre si mangia è davvero ossessivo.

Associare al cibo il concetto di sporco non aiuta a rendere il pasto un momento da gustare. Come si può mettere in bocca, con serenità, qualcosa di sporco che fa tanto arrabbiare la mamma?

– mangia per fare contenta la mamma!

Avete comprato le verdure bio pagandole un occhio della testa, avete cucinato come se foste alle finali di Masterchef, e vostro figlio non solo non mangia, ma sputa pure. È frustrante, ma se gli chiederete di mangiare per farvi felici, lui non solo non capirà il vero valore del cibo, ma si sentirà sbagliato e in difetto. E vivrà il pasto come un compito, da portare a termine, solo per voi.

– devi finire tutto!

Ancora una volta chiedetevi: è davvero necessario vedere il piatto pulito? L’amore di vostro figlio non può passare dal gradimento delle vostre portate (anche se ci mettete tanto amore).

***

Per questo, quando iniziate lo svezzamento, oltre ad armarvi di pazienza e spogliarvi dai vari pregiudizi che avete sul cibo, scegliete un seggiolone che sia facile da pulire e smontare. Così vi arrabbierete meno. Forse.

bambini-a-tavola

 

Post in collaborazione con Tuc Tuc