Come prevenire l’abuso di droghe da parte di un adolescente?

I locali che peso hanno?

IMG_7439

E’ vero che nelle discoteche alcune persone assumono droghe (e anche qui ci sarebbe da fare una distinzione sul tipo di sostanze), ma non è che chiudendo un locale si risolva il problema. Anzi.

Il problema della droga è trasversale.

Ho visto persone assumere sostanze facendo serata fino alle 6 di mattina nel propria casa, dove i “pusher” arrivavano a domicilio, come la pizza express.

Ho visto giovani annoiati passare la notte in giro per bar e pub, con pochi soldi tasca. E quei pochi soldi venivano spesi in “sballo” piuttosto che in un ingresso in discoteca.

Insomma, il problema delle droghe non è certo confinato alle discoteche: la droga arriva ovunque, se uno la vuole.

E poi c’è l’adolescenza. Un periodo complicato per tutti.

– Per un adolescente è molto difficile rendersi pienamente conto dell‘effetto che una droga potrebbe avere sul suo corpo.

Il motivo principale è che il pensiero logico dell’adolescente manca di esperienza. L’adolescente è in grado di formulare un ragionamento deduttivo e prevedere le conseguenze di un gesto, ma non avendo esperienza, molte situazioni non è realmente in grado di gestirle. E per questo, i concetti di rischio, pericolo e morte sembrano sempre molto lontani.

L’adolescente, costruisce la propria identità, prendendo le distanze dalle figure genitoriali.

– Durante l’adolescenza è fondamentale il gruppo dei pari: l’autostima e l’immagine di sé passano attraverso l’accettazione da parte del gruppo.

In tutto ciò il ruolo della famiglia è molto complicato.

L’adolescenza, fortunatamente, non è un fulmine a ciel sereno: il lavoro svolto dai genitori durante l’infanzia, è la base per mantenere un buon dialogo e la fiducia dei figli.

E anche la scuola avrebbe un ruolo fondamentale, peccato sia spesso sottovalutata.

Voi cosa ne pensate?