Arrivano le vacanze e le famiglie allargate, soprattutto se formate da poco,  si trovano di fronte ad un bivio:

andare tutti insieme o fare vacanze separate?

Ovviamente, quando si parla di figli, non esiste un manuale d’istruzioni (purtroppo!) ma solo spunti di riflessione. Quindi di seguito alcuni punti su cui ragionare: non ci sono scelte giuste a priori, ognuno deve trovare il suo equilibrio.

vacanze-e-le-famiglie-allargate

Le vacanze e le famiglie allargate

– Le tensioni con l’ex sono risolte?

Può sembrare banale ma spesso i figli diventano portavoce del malessere dei genitori, quindi quando ci sono ancora troppi problemi in sospeso con l’ex coniuge, è molto probabile che nemmeno i figli siano pronti a vivere serenamente il nuovo partner.

Se i genitori non sono pronti a voltare pagina difficilmente lo saranno i loro figli.

– Siete già una coppia stabile?

Una coppia per essere stabile ha bisogno di un periodo di rodaggio, in cui impara a conoscersi e trovare un proprio equilibrio e incastrarsi. Con i bambini le dinamiche di coppia si fanno ovviamente più complesse, quindi se nel rapporto ci sono già delle tensioni i figli potrebbero non aiutare. Pensateci.

–  Sensi di colpa

Se decidete di andare in vacanza tutti insieme (nuovo/a compagno/a, i vostri e i suoi figli) non fatevi fagocitare dai sensi di colpa. Probabilmente i vostri figli richiederanno più attenzioni del solito e vi rinfacceranno il tempo passato con il nuovo partner.

Dall’altra parte il nuovo compagno potrebbe sentirsi messo da parte o peggio ancora un intruso.

Insomma, i rapporti tra il nuovo compagno e i figli si costruiscono lentamente e con il tempo, quindi se c’è qualcosa che non fila liscio non scoraggiatevi, è normale. A volte una vacanza può essere una buona occasione per stare insieme, ma se i tempi non sono maturi si rischiano solo inutili tensioni.

– Come comportarsi con i suoi figli?

Evitate di comportavi come un genitore: 1- non lo siete, 2- una madre o un padre esistono già e presentarvi come figure genitoriali sostitutive avrebbe il solo risultato di allontanarli. Per fare conoscenza e stabilire un rapporto con i bambini potete offrirvi di giocare con loro: il gioco è sempre la via privilegiata per entrare in relazione con i bambini.

Cosa ne pensate? Siete d’accordo? Avete avuto esperienze diverse?