Sono andata a vedere una scuola per Thiago.
Avevo enormi aspettative su questo nuovo progetto educativo che aprirà a settembre. Mi ero innamorata dell’approccio e del sistema che oltre ai bambini coinvolge anche i genitori, in attività extrascolastiche.

scuola
La vera scuola è in costruzione, e sarà un bellissimo edificio, ma l’anno prossimo ci sarà una scuola temporanea.
Sono andata a vederla.

Beh, è davvero temporanea: ci sono terrazzi senza protezione, scale senza ringhiere, prese della luce ad altezza bambino. Il mio grado di paranoia, che viaggia su livelli medi, ha previsto tutti i tipi di incidente, tipo scanner.

Ovviamente gliel’ho fatto presente.

Hanno garantito che la scuola sarà messa in sicurezza e che inizieranno i lavori ad agosto.

Non sono un architetto e non so se fidarmi e pensare che riusciranno a sistemare tutto per settembre.

Dall’altra parte mi dispiace perché il progetto educativo è splendido e sarebbe una bellissima opportunità che non troverei altrove.

Quindi adesso mi trovo che non so se iscriverlo sulla fiducia (e nel caso la scuola non fosse a norma ritirarlo immediatamente rischiando poi di rimanere a piedi, perché a settembre i giochi sono fatti e le classi sono piene) oppure cercare altro.

Quindi mi trovo in un cul de sac.
Voi cosa fareste al mio posto?