Il momento della pappa

Il momento della pappa, a casa mia, è molto creativo. Nel senso che i miei bambini riescono a far volare pezzi di cibo in luoghi e con traiettorie inspiegabili e io, poi, li devo trovare.

IMG_0718

Ogni tanto, però, me le cerco. L’altro giorno pioveva e ho detto a Thiago:

“Facciamo una torta?”

Lui mi ha risposto:

“Mamma tu sai cucinare?”

Effettivamente no, non so cucinare, perché ho dimenticato di mettere le uova e anziché una torta, dal forno è uscito un biscotto gigante. Il mio compagno l’ha ribattezzato pietrotra.

Mio figlio, che mi vuole bene, ha detto che era buona.

Non so cucinare ma faccio sempre molta attenzione agli ingredienti: controllo che nei cibi dei bimbi non ci siano zuccheri aggiunti e nelle pappine di Leon non ci sia sale.

A casa nostra il momento della pappa è anarchia

IMG_0724 IMG_0725 IMG_0728 IMG_0729

Dicono che per un giusto approccio al cibo il bambino debba toccare, giocare e sperimentare il contenuto del piatto.

“Attento a non sporcare” non deve rientrare nelle raccomandazioni da fare quando a tavola ci sono i bambini.

Nessuno ti dice che poi, dopo ogni pasto, devi ritinteggiare i muri di casa e rastrellare i pavimenti.

Perché quando sei in piena fase svezzamento hai a che fare con omogeneizzati e pappine. Quindi, quando Leon, giocando, riesce a far volare il contenuto del piatto per un raggio d’azione direi illimitato, mi ritrovo l’effetto stucco veneziano sui muri. O simil carta da parati con stelline.

 A casa nostra il momento della pappa è due contro uno.

Il mio compagno fa orari assurdi, per pranzo e cena non c’è mai. Quindi sono io con i bambini.

Il piccolo, dopo aver schizzato la pappa ovunque, ha comunque bisogno del mio aiuto per alimentarsi correttamente. Il grande, che potrebbe fare da solo, appena vede che imbocco il piccolo mi dice:”Mamma sono molto stanco, mi aiuti a mangiare?” Finisce che loro hanno mangiato. Io no.

IMG_0736
Post in collaborazione con Mellin – Fidati del cuore
2018-09-26T23:34:03+00:00

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.