Risvegli

Ore 1,30 mi sveglio in bilico sul bordo del letto mentre Thiago dorme vicino a me a quattro di spade. Dopo un iniziale disorientamento spazio temporale realizzo di essermi addormentata nel suo letto, mentre cercavo addormentarlo.

risvegli

Mi dirigo verso la mia stanza, al buio.

Inciampo in una macchinina di plastica sonora che inizia a suonare, soffoco una volgare imprecazione e svengo prima ancor di aver toccato il mio letto.

Ore 2,30 Una vocina si insinua nei miei sogni:

“mamma mi scappa la pipììììì”

“Vai a farla amore”

Dopo un minuto sento inquietanti rumori provenire dal bagno. Mi alzo stravolta, vado a controllare e sorprendo mio figlio abbeverarsi dal bidet stracolmo d’acqua.

Soffoco un’altra imprecazione, lo prendo di peso e lo riporto a letto.

“Ho zeeeeeteeeeee”

“Basta! Adesso si dorme! Non urlare che svegli tutti” dico sibilando.

Ci addormentiamo insieme nel suo letto. Io sempre in bilico sul bordo.

 Ore 4,30 “Gne gne”

Più stravolta di uno zombie recupero Leon dalla culla e mentre lo allatto svengo, finalmente nel mio letto.

 Ore 5,30 Ho un piede in faccia. E’ di quello grande che è venuto a trovarci nel lettone. Controllo che il più piccolo sia ancora vivo. E’ tutto a posto. Svengo di nuovo.

Ore 8,30 Gne Gne.

Questa è la sveglia definitiva.

Buongiorno. La giornata non può che migliorare.

Leon si attacca placido alla tetta.

Thiago si sveglia.

“Mamma ti voglio tanto bene, tu zei tanto bella” (so che non dovevo allagare il bagno nel cuore della notte)

“Sì, amore anch’io. Cosa vuoi per colazione?”

“I bizcotti, li prendo io” (mamma sono grande e indipendente e so fare le cose da solo)

“Mamma mi aiuti a spezzare questo biscotto è molto difficile” (sono anche piccolo devi continuare ad occuparti di me)

Intanto il piccolo, sempre in braccio a me, ha iniziato le sue esplorazioni percettivo-sensoriali strappandomi i capelli a ciocche di dieci.

Sarò anche stanca morta e tra qualche mese pure stempiata, ma sono sempre più convinta che chi ha scritto i vari metodi e teorie per far dormire i bambini non avesse figli.

E se li aveva avrà avuto una baby sitter full time.

 

Post in collaborazione con Mellin #fidatidelcuore

2018-09-26T23:34:15+00:00

20 Comments

  1. dania 05/02/2015 at 21:53 - Reply

    Grazie, ho un bambino di quasi 1 anno e allattando ancora la notte è un calvario e un metti nel suo letto, rimetti nel mio, cammina, cullalo, mentre la maggior parte delle mie compagne di corso preparto dormono beate senza interferenze, sarà vero? A volte ho il dubbio che siano tutti sempre in competizione! w la vita vera e la solidarietà!

    • Elena J 06/02/2015 at 11:25 - Reply

      anche io ho qualche dubbio..

  2. verdeacqua 05/02/2015 at 22:11 - Reply

    Lode a questo post!!! Brava! Questa notte al primo risveglio scomoda e stravolta ti penserò sappilo!

    • Elena J 06/02/2015 at 11:25 - Reply

      ci penseremo 😉

  3. mammaalcubo 06/02/2015 at 9:03 - Reply

    Concordo. Svegliandosi ennemila volte di notte e dovendosi occupare dei bambini di giorno non avrebbe avuto il tempo di scrivere libri e teorie!
    Hai tutta la mia comprensione 🙂

    • Elena J 06/02/2015 at 11:24 - Reply

      infatti 😉

  4. Giada 06/02/2015 at 11:52 - Reply

    Attendo sempre con impazienza i tuoi post per tre motivi:
    – ti immagino mentre parli di te e di loro e mi scompiscio dal ridere
    – nelle tue parole vedo me (sempre) e voglio piangere
    – mi dai la forza di comprendere che non sono l’unica e questo mi fa sentire meglio ( a discapito di altre mamme) e ti ringrazio.
    Ti abbraccio forte e sappi che da stanotte, ogni volta che guarderò l’orologio e soffocherò le imprecazioni, penserà a te e mi sentirò capita da una mamma che in quel momento starà facendo la stessa cosa!
    :*

    • Elena J 07/02/2015 at 19:54 - Reply

      ci penseremo a vicenda!!

  5. veramenteveronica 06/02/2015 at 12:30 - Reply

    Svegliarsi di notte è ormai “assurda normalità”…… Non vuole mangiare la piccola peste di 8 mesi ma solo un po’ di mamma e poi a turno arrivano gli altri 4 prima uno poi l’altro o se devo andare a fare la pipì mi accendi la luce e le ore passano e il sonno anche………
    dormire è diventata una lontana abitudini e poi la mattina ci si alza …….un sacco di baci e un ti voglio bene che vale più di ogni altra cosa al mondo ma un po’ di sonno
    Post fantastico…….mi ci vedo proprio……
    PS: io stanotte sono inciampata in una costruzione di plastica…..se può consolarti

    • Elena J 07/02/2015 at 19:53 - Reply

      Ci consoliamo a vicenda…

  6. caroline 08/02/2015 at 19:08 - Reply

    Finalmente sfatiamo il mito di sti scrittori “sotuttoiosulsonno”… In certi casi solo la pazienza possono qualcosa, tutto il resto è aria fritta.
    L’immagine del bimbo che beve dal bidet è troppo divertente.
    Per fortuna siamo tutte sulla stessa barca

    • Elena J 09/02/2015 at 11:25 - Reply

      Finalmente!

  7. V 09/02/2015 at 11:55 - Reply

    Il motivo per cui ho cambiato idea all’ultimo sul nido alla quale iscrivere il piccolo Unno duenne ancora insonne è che la responsabile del nido durante il colloquio mi voleva dare suggerimenti e piccole perle di saggezza su come mai il poverino non dormisse e lei ha studiato tanta pedagogia, è vero, ma non ha figli….!

    Ti sono vicina.
    V

    • Elena J 10/02/2015 at 0:05 - Reply

      quelli senza figli, sanno tutto!

  8. Amica sto lavorando per brevettare il medito giusto. Ho tre figli, il mio sarà vincente e farò un sacco di soldi. Appena ci riesco ti avviso, magari ai nostri tris nipoti servirà….

    • Elena J 10/02/2015 at 23:27 - Reply

      no eh i soldi li facciamo insieme 😀

  9. ilfilodiarianna13 07/03/2015 at 16:38 - Reply

    nel tuo post ho rivisto me stessa che dopo due anni non riesce ancora a dormire una notte senza che la peste urlatrice richieda, tetta, passeggiata notturna , acqua che sembra stia morendo si sete solo la notte e x non annoiarti tralascio la questione lettone….che dire forza e coraggio a presto (http://ilfilodiarianna13.blogdìspot.com)

    • Elena J 10/03/2015 at 14:53 - Reply

      forza e coraggio a te

  10. Caterina 03/08/2015 at 8:58 - Reply

    Beh lo sai che io sono di parte ??, leggerere di voi e delle vs notte brave, mi fa riflettere, in effetti non esistono formule e bacchette magiche, ma esistono i bimbi nella loro unicità! Ma questo è solo l’ora e adesso!
    A proposito, mio figlio ha sempre dormito ma ora che è grande vive la notte, ed iio”recupero” tutte quelle notti insonni che non ho mai vissuto, per.cui ti capisco!?

    • Elena J 04/08/2015 at 11:17 - Reply

      <3 <3 <3

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.