Vibratore di Coppia. Condomia.

Oggi parliamo di isteriche e vibratori, perché dietro c’è una storia interessante.

Il disturbo isterico era una patologia femminile molto in voga nell’800 e si riteneva fosse causata dal ristagno di umori (e di orgasmi) nell’utero.
Ai quei tempi il piacere sessuale femminile non era contemplato all’interno del matrimonio e tanto meno durante il sesso, insomma non era affare dei mariti, quindi l’isterica veniva spedita dal medico che, attraverso un massaggio pelvico manuale, detto volgarmente masturbazione, le provocava un orgasmo e quindi una progressiva risoluzione del problema.
I medici, che avevano tante isteriche da curare, erano stufi, stanchi, gli facevano male le mani, le dita.
E quindi un bel giorno, per velocizzare e alleggerire il loro duro lavoro inventarono il vibratore.

Oggi sono cambiate tante cose: l’isteria è scomparsa e abbiamo conquistato il diritto al piacere sessuale. 
Però, se non conosciamo il nostro corpo, come stimolarlo e dove stimolarlo, della suddetta conquista non ce ne facciamo proprio niente.

Quando ho preso contatti con Condomia per testare un loro prodotto, pensavo ad un gadget tutto mio, invece no. Mi hanno proposto il nuovo modello We Vibe 3: il vibratore di coppia.

L’oggetto (come potete vedere nell’immagine in alto) più che sex toys è design d’avanguardia, la sua forma è insospettabile, discreta, a carica elettrica o usb – cosa che apprezzo tantissimo perchè è tremendo quando le pile ti lasciano a piedi sul più bello – sette diverse velocità, wireless, resistente all’acqua.
La spedizione è anonima e veloce. Potete farvelo mandare anche al lavoro, per intenderci.

Come si usa?
Come volete, lasciate andare l’immaginazione.
Condomia, nel sito, offre qualche spunto, ma io sono per l’improvvisazione e la sperimentazione.
I limiti li stabilite solo voi.

Come funziona?
Come gli altri vibratori, solo che stimola, simultaneamente lei e lui.
Si può usare in coppia, ma anche in solitaria.

Perché di coppia?
Prima di tutto penso che un sex toy, usato in coppia, debba avere una funzione ludica.
Nel senso che non va assolutamente inteso come un mezzo per raggiungere l’eccitazione, per aumentare il desiderio o far esplodere la libido.
Quelle sono robe tra voi due, delle vostre teste e dei vostri cuori.
A quelli non si può sostituire nessuno, se c’è freddezza tra due persone un oggetto di gomma la aumenterà.
Se c’è complicità, un sex toys può far divertire, sperimentare, aumentare e stimolare la fantasia.
E’ la cigliegina sulla torta, ma la torta, prima di tutto, dovete cucinarla voi.

Un ultimo consiglio: le cose, a letto (ma anche fuori, ma soprattutto a letto) fatele per voi, perché vi piace, perché ne avete voglia.
Non per far contenti i vostri uomini.

2018-09-26T23:34:41+00:00

11 Comments

  1. melania truglio 14/06/2013 at 17:14 - Reply

    La storia dei medici mi ha fatto un po’ ridere, più che altro ho immaginato la scena! ahah
    Comunque è troppo strana la forma del We Vibe 3

  2. melania truglio 14/06/2013 at 17:18 - Reply

    ah no, errore mio, a vedere la prima foto, pensavo fosse un telecomando unico

  3. elena 14/06/2013 at 21:01 - Reply

    è un ottimo prodotto, davvero

  4. Non ci credo!!!! La storia dei dottori mi ha fatto morir dal ridere!!! 😉
    Sei grande!!!

  5. Anonymous 15/06/2013 at 18:13 - Reply

    Oh ma che tristezza di blog sponsorizzato è!!!!
    Cioè tanto di cappello a te che ti sei abbassata tanto!
    Ps: tristi anche i vibratori! Tristezza tristezza tristezza!!!!

  6. Anonymous 17/06/2013 at 11:10 - Reply

    Visto hysteria di recente?

    • Elena Jane 17/06/2013 at 15:01 - Reply

      A dire il vero no, la storia dei vibratori era nel corso di sessuologia all’Università

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.