Se sei a Playa e vuoi del pesce fresco, da cucinare a casa, il posto miglore dove trovarlo è sulla spiaggia, di prima mattina.
Lì ci sono i pescatori con il pescato del giorno: stanno dietro a dei banchetti di legno con le loro pance prepotenti e l’indolenza caraibica, aspettando turisti e ristoratori fino ad esaurimento scorte.

Noi siamo arrivati un po’ tardi, e i pesci più grossi erano già terminati.
I pescatori ci dicono che Willy sicuramente ha ancora tanti pesci. 
Gli telefoniamo e ci dice di andare a casa sua.

Andiamo a casa di Willy che abita nella colonia Colosio, uno dei quartieri più veri di Playa.
Una pescheria in casa, a gestione familiare.

Sono tutti allegri e gentili.

Attraversiamo la zona popolare di Playa: molto diversa da quella turistica, dai condomini americani, dai ristoranti e dagli street bar sempre aperti.
Andiamo a casa dei nostri amici in uno scenario da sogno.
Il figlio dei nostri amici corre per casa, fa un tuffo in piscina, gioca.

Qui puoi davvero vivere bene con poco e penso che per un bambino sia bellissimo -i primi anni- crescere in un posto così.
Penso che stavamo per trasferirci qua mentre ero incinta, poi le cose non sono andate, eravamo concentrati su altro e l’occasione e’ andata, o forse no.

Penso che qui la vita sia semplice, più semplice per tutti.
Anche per Willy e la sua famiglia.
Nonostante tutto. 

[/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]