Cosa non dire a una neo mamma.

Ci sono argomenti che con una neo mamma non si dovrebbero toccare.
Perchè si sa, o si dovrebbe sapere, che il periodo del post parto è un momento molto delicato.

E allora sarebbe meglio misurare al millimetro qualsiasi parola.

Un esempio di cosa non dire?
Le storie di corna.
Raccontare di neo padri che, annoiati e soffocati dalla routine familiare e ormai poco attratti dalla madre del loro figlio, vanno a trastullare il loro gingillo altrove.
E comunque si può raccontare una volta, due, ma non ad ogni incontro parlare sempre dello stesso argomento.

A me è successo: ogni volta che incontravo questa persona, lei attaccava con la stessa solfa.
E mi ammorbava con dettagli che, soprattutto in questo momento, non mi interessavano.
Non so, ma non mi sembra l’argomento più adatto a una neo mamma. Però chissà perchè certe persone sono puntuali solo con l’indelicatezza.

Poi, diciamoci la verità, ci siamo chieste tutte, dopo gravidanza-parto-allattamento, se lui ci guardava ancora come prima.
Perchè va bene tutto ma nell’immediato post parto la situazione è tragica: punti nella pancia, camminata improbabile, latte che sgocciola ad ogni ora, chili in più e lacrime in tasca.
Un teletubbies fa più sangue.

Quindi cosa rispondere al gatto nero?
Niente di male, poverina.
Una così ha già le sue sfighe.
Perchè chi sceglie di fare l’amante, sceglie anche di essere infelice.
E, ognuno, deve salvarsi da solo.

Un’altra nota, poco originale, ma sempre degna di riflessione:
Perchè le donne sono, così spesso, contro le altre donne?

2018-09-26T23:34:48+00:00

11 Comments

  1. sunnytwentyseven 23/05/2012 at 11:17 - Reply

    Credo che con la tua terza ipotesi tu abbia centrato in pieno lo spirito di questa ragazza. Purtroppo ci sono tante, tante, troppe ragazze che soffrono di questo disturbo cronico, l’INVIDIA, e questo si acutizza quando vedono una bella ragazza felice che ha un compagno che ama e un bambino adorabile. Anche a me è capitato di avere amiche che in vesti di amanti mi chiedevano consigli ma ogni volta, mi capitava di avere davanti un muro, giravano e rigiravano la frittata autoconvincendosi che i loro uomini in realtà erano vittime di mogli apatiche, stronze o peggio ancora…possessive!
    Non volevano capire che la situazione non poteva portare a nulla di buono, direi nel 99.9% dei casi. Quindi anch’io mi sono risposta solo con la mia presa di coscienza che queste ragazze sono destinate all’infelicità e a raccontarsi frottole punto e basta. Poi che indirettamente minassero anche la mia di serenità con battute generalizzate sugli uomini sposati era quotidiano ma a me le loro osservazioni entravano e uscivano dalla porta principale.

  2. norma jane 23/05/2012 at 13:54 - Reply

    Hai centrato ancora meglio quello che volevo dire.
    Le storie in cui una “se la racconta”, credendo ancora alla favola dell’uomo imprigionato dalla moglie cattiva, al giorno d’oggi, sono davvero penose. Eppure c’è chi ancora la racconta e chi ancora ci crede.
    Incredibile!
    Il fatto è che quando sei dalla parte della mamma capisci tante cose che prima sfuggivano!

  3. MamaSpice 23/05/2012 at 15:14 - Reply

    E’ la domanda da un milione di euro. Secondo me,dal punto di vista evolutivo,il fatto che le donne si becchino come galline in un pollaio, ha permesso all’uomo gallo di farla franca per molto, troppo tempo. Perche’ anche noi ce la prendiamo sempre con lei, l’amante, e molto meno con il lui,il fedifrago?
    A qualcuno “prodest”.
    Rompiamo questo ciclo vizioso e facciamo invece comunella.
    L’amante e’ manipolata e tradita quanto la moglie (anche se spesso tradita dalle proprie illusioni).Io che sono stata la regina dei triangoli, dei quadrilateri e anche,a volte, dei poligoni.(Ricordiamoci che tra le due litiganti……..

  4. mi fai troppo morir dal ridere quando scrivi così 🙂 mi sembra di averti davanti a parlare… sarebbe bello credimi…:)
    hai ragione certe cose non andrebbero dette a una neo mamma…ma purtroppo succedono davvero!!! e chi sceglie di fare l’amante, di un neopadre per di più, è proprio una stronza! anche lui ovviamente.. ma lei non ha un pò di buon senso? di pietà? di rispetto?? insomma io sono del parere che se una donna si innamora di un uomo impegnato e questo ci sta, lei le dovrebbe dire: “se mi vuoi, lascia l’altra, io non sono seconda a nessuna!” e così lei non farebbe nulla, lui non tradirebbe, e sarebbe sincero con la partner dicendole che la lascia per un’altra…diventerebbe single ma non cornuta! 😉
    comunque anche io quando Dede era piccolo avevo una mia amica che mi raccontava di una sua collega che aveva appena partorito e che il marito la stava lasciando perchè non la amava già da prima che nascesse il figliolo!! povera donna neomamma…

  5. ero Lucy 24/05/2012 at 14:47 - Reply

    Si, tanto piu’ che di solito si comincia gia’ durante la gravidanza. Credo che di occasioni per tacere ce ne sarebbero a bizzeffe, ma si perde sempre il momento giusto.

  6. Mamma Che Paura! 25/05/2012 at 14:19 - Reply

    perché sempre contro? perché? Non so. Eppure le donne sanno essere migliori degli uomoni in amicizia quando ci credono davvero. E cmq questa storia di lui che si trastulla altrove mi è mancata durante la granvidanza, anche se secondo me le mie interlocutrici l’hanno pensato, eccome.

  7. WonderDida 27/05/2012 at 6:56 - Reply

    certe volte non è che proprio si *scelga* di fare l’amante, che il cuore (perché di cuore intendo, non di pancia) va un po’ dove gli pare, a volte. credo.
    e a volte lui/lei è sapiente nel nascondere certe cose.
    però l’uomo che tradisce la sua compagna *neomamma* è inqualificabile

  8. Anonymous 31/05/2012 at 16:02 - Reply

    N

  9. norma jane 01/06/2012 at 11:10 - Reply

    Anche io sono stata la regina dei triangoli, quadrilateri, tradimenti, tradite, traditrici e amanti.
    E tra tutte l eposizioni quella dell’amante è la più scomoda, mentre quella del traditore la più divertente.
    Ma ci vuole classe anche nel fare le porcherie e non tutte ce l’hanno.
    @erolucy durante la gravidanza le donne soprattutto sono capaci di raccontarti le peggiori tragedie capitate a gravide del tuo stesso mese,anzi no della tua stessa settimana.
    Si può sempre rispondere che anche tu conoscevi una, della sua stessa età, che faceva il suo stesso lavoro che è scivolata ha battuto la testa e ora non può più parlare.

    @wonderdida a volte si sceglie inconsapevolmente, io sono una sostenitrice del detto “ognuno è artefice del proprio destino”.
    l’uomo che tradisce la neo mamma è inqualificabile.
    la donna che racconta tradimenti a una neomamma è una stronza.

    @mammaci e @mammachepaura io credo che la risposta sia che le persone felici, agli infelici, danno fastidio.

    @mammaspice il terzo gode?

  10. norma jane 01/06/2012 at 11:11 - Reply

    anonimo, spiegati meglio!

  11. Vita da Papà 02/08/2012 at 14:45 - Reply

    Azz ho letto questo post troppo tardi. Mi sa che ho già fatto il danno.

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.