Presentato alla 35ª edizione del Torino Film Festival, “Tito e gli Alieni” si prepara a debuttare sul grande schermo. Il film, premiato al Bif&st 2018 per la regia a Paola Randie per il miglior attore protagonista a Valerio Mastandrea, arriverà nei cinema il 7 giugno.

tito-e-gli-alieni

Tito e gli Alieni:

E’ un film che affronta il tema del lutto in modo non scontato. E fa riflettere su quanto una perdita possa paralizzare e bloccare la vita. A volte anche anni.

Nel film Tito e gli Alieni si parla del lutto e dello spazio.  Quando perdiamo una persona cara, pensiamo che in qualche modo sia ancora con noi. Da qualche altra parte, ma solo più lontano. Spesso la ritroviamo in alcuni segnali, in situazioni che ci capitano.

Pensare che sia nello spazio, magari in un pianeta lontano, è una bellissima metafora.

Tito e gli Alieni racconta, attraverso una brillante commedia, quello che tutti quelli che si sono trovati ad affrontare un grave lutto hanno fatto. Aspettare segnali.

E fa riflettere su un altro punto importante dell’elaborazione del lutto: quando è il momento di girare pagina e di tornare, completamente, alla vita?

Il  protagonista di Tito e gli Alieni è uno scienziato, il Professore (Valerio Mastrandrea), il quale, da quando ha perso la moglie, vive in un camper nel deserto del Nevada, vicino alla famosa Area 51, con lo scopo di testare la possibile esistenza di segnali provenienti dall’universo. In realtà sta cercando di parlare con la moglie defunta. C’era riuscito una volta, poi ha perso il segnale e da allora, non ha più smesso di cercarla.

Il suo unico contatto con il mondo è rappresentato da Stella, una ragazza che organizza matrimoni per i turisti a caccia di alieni. L’esistenza solitaria del Professore viene sconvolta dall’arrivo dei due nipotini da Napoli: Anita 16 anni e Tito 7, figli del defunto fratello Fidel.

I due ragazzini credono che lo zio viva a Las Vegas, invece si ritrovano in mezzo al nulla, con uno zio piuttosto strano e in un luogo altrettanto misterioso, dove si dice che ci siano gli alieni.

Come andrà a finire?

Intanto vi lascio il trailer! 

Dal 7 giugno al cinema:

 

Elaborare un lutto significa riuscire a ritrovare una vicinanza con la persona che non c’è più. E allo stesso tempo vivere la vita

post sponsorizzato