Avete mai pensato di scambiarvi i ruoli familiari?

(Se non l’avete fatto pensateci, potrebbe essere una buona idea.)

Scambiarsi i ruoli, per una settimana è quello che hanno fatto i protagonisti delle webserie #doitTogether, ideata da Indesit, per far riflettere le famiglie sulle divisione dei compiti familiari e ancora di più, dei ruoli di genere.

stanchezza-mamme

Ruoli di genere. Che fregatura!

Per tanto tempo noi donne siamo state relegate in cucina, destinate alla cura della casa e dei figli.

Ci hanno anche fatto credere che non lavorare fosse un privilegio e di essere bravissime in tutto ciò che agli uomini non andava di fare. Come se le donne fossero geneticamente programmate per gestire la casa e occuparsi dei figli h 24, senza sentire nessun tipo di fatica. (E i padri legittimati a non saper cambiare il pannolino).

Poi lentamente, grazie a chi ci ha preceduto, siamo riuscite uscire dai ruoli, ma solo parzialmente: la maggior parte delle donne che lavora ha il totale carico della casa e dei figli.

E questo non è un bene, soprattutto per la coppia.

Perché la felicità di coppia, passa soprattutto dalla divisione delle piccole faccende domestiche. Passa da un personale e difficile equilibrio di compiti, incombenze e pesi.

Scambiarsi i compiti:

Come dicevo, spesso è scontato che la donna si occupi della casa e dei figli, come se questo fosse un’attitudine innata. O addirittura un privilegio.

Ecco, non è così.

Il vero privilegio è poter scegliere, avere qualcuno che ci capisca e con cui poter dividere il carico della casa, dei figli, delle preoccupazioni e dell’amore.

Questa è la mission dell’esperimento #doittogether: mettersi nei panni dell’altro. Perché a volte per capire veramente come ci si sente l’altro, la cosa migliore, è mettersi nei al suo posto.

Per comprendere e apprezzare ciò che sembra scontato, o peggio dovuto.

 

Questa è la conclusione della web serie #DoitTogether dove i protagonisti hanno compreso le difficoltà dell’altro in alcuni casi, o si sono dedicati a fare cose per cui non trovavano il tempo, grazie all’aiuto dell’altro.

Tutto si può riassumere in una parola.

Collaborazione.

E a casa vostra come siete organizzati? Rispondete a questa survey: solo parlandone si potrà iniziare a cambiare le cose!

 

Post in collaborazione con Indesit