Chi sta pensando di trasferirsi all’estero e vivere in Spagna?

Potrebbe essere una buona idea per diversi motivi. 

Dove alloggiare a Ibiza

Dove trasferirsi

La Spagna, soprattutto per gli Italiani che vogliono trasferirsi all’estero, resta sempre una meta molto affascinante, anche per via della vicinanza geografica, linguistica e culturale con il nostro Bel Paese.

La Spagna è molto variegata al suo interno, tuttavia ci sono città che offrono maggiori opportunità lavorative come Barcellona, Valencia, Madrid, le isole Canarie, ma anche Ibiza, riconosciuta dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità.

Vivere a Ibiza (Leggi anche “Com’è vivere a Ibiza?“)

vivere-in-spagna

Molti italiani hanno trasformato Ibiza nella loro nuova casa, quest’isola, infatti, ha molto da offrire, non solo d’estate, ma tutto l’anno. Di buoni motivi per trasferirsi a Ibiza ce ne sono davvero tanti, a cominciare dal clima.

Il sole è presente circa 300 giorni l’anno, l’inverno è mite e dura solo per 3 mesi. Lo stile di vita è rilassato, dalle 14 alle 17 quasi tutte le attività sono chiuse e si può andare al mare tutte le volte che si vuole (il mare è caldo fino alla fine di ottobre), anche in pausa pranzo.

Ibiza è anche l’unico luogo, dove non contano l’età, la religione o l’etnia cui si appartiene. I bambini possono imparare fino a 5 lingue diverse, l’inquinamento luminoso è pochissimo e la benzina non è ancora cara.

C’è sempre una festa, un evento cui partecipare, ma l’isola non solo discoteche e mondanità, offre anche una vita in armonia con la natura.

Come fare la NIE in Spagna

vivere-in-spagna

La NIE (Numero Identificativo Stranieri) è il numero che emette il servizio di Immigrazione una volta ottenuta la residenza.

È necessario per presentare la dichiarazione dei redditi, stabilire scambi commerciali, aprire un conto in banca, intestare una scheda telefonica, ecc.

Per chiedere la residenza e la NIE bisogna presentare un modulo di richiesta presso l’Ufficio Consolare competente per la circoscrizione di residenza del cittadino straniero, personalmente, oppure tramite un rappresentante opportunamente accreditato. Insieme al modulo si deve consegnare anche una copia della carta d’identità (per i cittadini dell’Unione Europea).

Il NIE viene rilasciato entro 30 giorni dalla presentazione della domanda.

Lavorare a Ibiza

vivere-in-spagna

Quasi il 90% dell’economia delle isole Baleari si fonda sul turismo, almeno da aprile a ottobre. Le professioni maggiormente ricercate, infatti, sono quelle legate al turismo, alla ristorazione e alle strutture alberghiere.

I lavori più facili da trovare sono di conseguenza quelli di cameriere, barman, cuoco, receptionist, animatore e PR per locali, discoteche e pub.

Gli stipendi sono simili a quelli italiani, ma bisogna considerare che il costo della vita è più alto rispetto a quello dell’Italia.

Tuttavia l’alloggio viene spesso offerto dal datore di lavoro e anche i lavoratori stagionali, secondo la legislazione spagnola, maturano il diritto alla liquidazione delle ferie e al corrispettivo del nostro Tfr.

E se ancora non sai se l’idea di trasferirsi all’estero sia buona o meno, leggi “8 buoni motivi per trasferirsi a Ibiza tutto l’anno