La maternità è un training di abilità emotive, intellettive e organizzative che credo nessuno stage, nessun percorso lavorativo o master potrà mai eguagliare.

Ci hanno anche scritto un libro sull’argomento: “MAAM La maternità è un master che rende più forti uomini e donne.” Secondo me è anche qualcosa di più di un Master.

maternità

Resistenza fisica:

Fare la mamma è un po’ come un’esercitazione militare.

Prendiamo il parto. Partorire è un’impresa eccezionale. Un po’ come vincere le olimpiadi. Una performance fisica epica.

Poi non è mica finita.

Ci sono i risvegli notturni. Io avrei ripartorito una terza e anche quarta volta, pur di portarmi a casa un bambino dormiente. Ma niente.

A Guantanamo utilizzavano il sonno interrotto come metodo di tortura. E le mamme nonostante questo fanno anche il secondo e il terzo figlio.

Quando i figli crescono la difficoltà fisica diminuisce, gradualmente, ma aumenta quella cognitiva ed emotiva. Così si acquisiscono altre importanti skills.

Problem solving:

Fare la mamma significa risolvere problemi quotidianamente.E trovare sempre una soluzione efficace in un tempo breve.

Quando i figli sono più di uno i problemi aumentano, perché si devono gestire anche competizioni, suddivisioni di giochi, vestiti, cibo e litigi in modo equo e costruttivo. La gestione della crisi è sempre dietro l’angolo. (Anche della crisi isterica della suddetta, però).

L’arte della PNL ossia capacità di persuasione:

Ci sono corsi di neurolinguistica che frequentano i manager apprendere tecniche di persuasione che costano migliaia di euro.

Basterebbe esercitarsi un pomeriggio al giorno con un bambino che non vuole fare i compiti, che non vuole nutrirsi o che non vuole andare a dormire, per imparare la sottile arte della persuasione.

Le mamme, con la loro abile dialettica, riescono a convincere i propri figli che quello che gli dicono sia giusto. (Questo però vale solo fino all’adolescenza).

Abilità manageriali e diplomatiche:

La famiglia è un’azienda molto complessa dove non basta far quadrare il bilancio. Occorre soprattutto acquisire capacità diplomatiche perché gestire una famiglia e tutti i parenti che vi gravitano intorno è un po’ come dirigere un governo a larghe intese.

Dopo questo training, una persona, può fare qualsiasi cosa.