Come scoprire un tradimento? Oggi è più facile.

“Come scoprire un tradimento?” è una domanda bella tosta. Al giorno d’oggi tra i social, le geolocalizzazioni e le videochiamate è molto difficile nascondere un tradimento. Ma è altrettanto difficile farsi beccare in flagrante.

scoprire-un-tradimento

Conosco persone che se hanno un piccolo dubbio, si ossessionano cercando prove di tradimento. Altre preferiscono non sapere e chiudono gli occhi di fronte all’evidenza.

Io penso che la fedeltà, soprattutto al giorno d’oggi, sia un concetto molto romantico e puro, ma sovrastimato.

Prima di chiederti come scoprire un tradimento, chiediti se vale davvero la pena.

Se siete tra quelli che vogliono scoprire un tradimento e cercano prove, la prima domanda che dovete porvi è: “voglio veramente saperlo?”

Cioè cosa ce ne facciamo di sapere se il nostro compagno ci tradisce? Vogliamo un alibi per lasciarlo? Vogliamo litigare? Oppure vogliamo solo farci del male?

La fedeltà è sopravvalutata:

Anche l’amore più bello e meraviglioso è esposto al rischio del tradimento.

Perché alla fine, al giorno d’oggi, dove le relazioni e le famiglie sono liquide, essere fedeli è una scelta.

Una scelta che non si può fare su un’idea di per sempre. Si sceglie di essere ancora fedeli.

Ed è una promessa che si fa a se stessi prima. All’altro poi. E si rinnova ogni giorno.

Se si è fedeli per contratto (matrimoniale), per morale (mi hanno detto che è giusto così), per paura di restare soli, si è fedeli solo all’altro, ma poco a se stessi.

La vera fedeltà sta nello sceglierlo ogni giorno. 

“La fedeltà è tale se è un evento della libertà, se è una scelta del desiderio” dice Recalcati nel suo libro “Non è più come prima”

Per questo secondo me, dal momento in cui si sospetta un tradimento, piuttosto che ammalarsi nella ricerca di prove e conferme – tanto se il traditore è abbastanza furbo cancellerà tutto (e svuoterà anche il cestino) – è meglio capire perché si vuole sapere, e nel caso in cui si scoprisse di essere stati traditi, cosa farsene della conferma.

Se si vuole restare insieme, forse ci sono altre vie.

Se si vuole lasciare una persona, non servono pezze d’appoggio per decretare buoni e cattivi, traditori e traditi.

Basta semplicemente andarsene. Senza sbattere la porta. Perché per chiudere bene ci vuole fermezza: le porte che si sbattono, spesso si riaprono.

 

Ti potrebbe anche interessare:

Il lato positivo del tradimento

5 traditori che tutti abbiamo conosciuto