Quando ero ventenne vedevo gli anni a cavallo tra i trenta e i quaranta  come una sorta di anticamera dell’anzianità. Sentivo storie su quanto fosse bella quest’età e pensavo fossero fesserie, inventate per ingannare il tempo che fu.

Poi ci sono arrivata in questi anni – nel mezzo del cammin di nostra vita – e devo dire che sì, il bilancio è assolutamente positivo. E no, non tornerei mai indietro.

_DSC1040

Cosa mi piace di questi anni (inaspettatamente):

La consapevolezza

A vent’anni pensavo di essere grande e avere il mondo in mano. Invece dovevo ancora cadere un bel po’ di volte per capire come girava la ruota. Oggi, grazie a quelle cadute, mi conosco un po’ meglio, so come rialzarmi e so che ce la posso fare. Continuo a sbagliare, ma adesso sbaglio meglio. (credo)

La faccia

Certo, la faccia è cambiata. Non è più come dieci anni fa. Oggi il mio viso è segnato da tutti i soli, i tramonti e le emozioni che mi hanno attraversato – senza protezione – in questi anni. Alcuni le chiamano rughe, io preferisco definirle vita vissuta.

Cosa c’è di bello nell’avere un viso segnato e stanco? Niente, infatti mi curo molto, ma oggi ho capito che un viso splende non perché è perfetto, ma per l’energia che emana.

IMG_9354

IMG_9377Il corpo

Il corpo non è più tonico.

E ne ha tutto il diritto.

Negli ultimi cinque anni ha fatto cose incredibili. Il mio ventre ha ospitato la vita, per ben due volte. Il mio cervello ha sopportato una deprivazione di sonno per oltre un anno . Le mie braccia hanno abbracciato, consolato, sorretto, accudito. La mia schiena è un po’ a pezzi. La mia pancia è stata tagliata e ricucita durante il primo parto e ha spinto la vita fuori da sé durante il secondo.

Insomma, il mio corpo ha tutto il diritto di essere vissuto e segnato. E anche se si vede che non è più come prima ha molto più da raccontare di un corpo di vent’anni.

Il sesso

Mi dicevano anche questo. Che le gioie del sesso si conquistano dopo i trent’anni anni, con la pratica e la sicurezza in se stesse. Avevano ragione. Peccato non avere  più tempo per farlo.

 

 

Outfit  by Mommut

Gilet – Douuod Kids

Dress – Douuod Kids